Tag

, , ,

Chiedo alle donne, ma un po’ anche ai maschietti…A cosa serve rifarsi la vagina? Fino a quando si tratta di liposuzione, di togliere un po’ di cellulite lo capisco, rifarsi il seno, e va bene, vuoi mettere passare da una prima ad una terza? Andare a comprare un reggiseno e non sentirsi inadeguate di fronte alla commessa, che sembra la felliniana tabaccaia di Amarcord? Provare un vestito e vedere che ti sta bene perché il tuo “balconcino è fiorito”?. Ok, fin qui ci arrivo da sola. Ma la vagina? Ho scoperto che in Gran Bretagna è diventata una moda, dai 14 anni in su tutte, o quasi, ricorrono al bisturi per interventi di vaginoplastica (questa parola è talmente nuova che anche il pc si imbarazza e word la segna rosso errore!) tanto che è allarme.

Indagando sull’argomento si scopre che questa nuova moda deriva dal porno, dai costumi sempre più stretti e dai nuovi modelli di depilazione, quasi integrale, del sesso femminile. E così, un intervento che prima veniva effettuato raramente e solo in casi necessari, perché, è giusto dirlo, si parla di chirurgia a volte indispensabile per risolvere dei problemi anche motori, è diventata all’ordine del giorno.

A quanto pare questo tipo di intervento, a detta delle donne, viene fatto non per piacere a se stesse, come nel caso della mastoplastica additiva, della riduzione delle rughe ecc ma, per piacere agli uomini, per essere belle anche intimamente. Dicono che si tratti di “parità sessuale” (?) se gli uomini si rifanno il pene modificandone le dimensioni allora anche le donne non sono da meno. Ingrandiscono e rimpiccioliscono le grandi e le piccole labbra e proprio piacimento, o a piacimento de partner del momento. E se poi si lasciano? Si va di nuovo dal chirurgo.

Annunci