Tag

, , ,

Un sex box pieno di oggetti sessuali per istruire i bambini sul sesso, la masturbazione, le prime mestruazioni, il parto.

Se, in tempi non troppo passati si è aperto un dibattito sull’ora di religione nelle scuole sempre più multietniche, adesso il dibattito si è spostato sull’ora di educazione sessuale.

Mentre in Italia i vari istituti si stanno organizzando per far parlare nelle classi un medico, un professionista che spieghi gli organi sessuali, i rapporti intimi, la contraccezione eccetera eccetera da un punto di vista scientifico, in Svizzera hanno ideato il sex box, ovvero una scatola piena di giochetti erotici, solo che non servono per divertirsi tra le lenzuola ma per spiegare ai bambini, sin dall’asilo nido, tutto sul sesso.

Per i bambini un po’ più piccoli l’ora di educazione sessuale sarà un gioco del tipo “facciamo che tu sei mia moglie”, “giochiamo a fidanzarci e quindi diamoci i baci e quindi facciamo sesso e quindi sposiamoci e adesso facciamo un figlio”. Tutto questo con il supporto di un fumetto che, con immagini esplicite spiega tutto questo.

E se invece sei da solo e non fai sesso con nessuno? Nessun problema il fumetto spiega anche come masturbarsi.

Per i bambini dai 6 ai 10 anni si parla anche di contraccezione, eiaculazione e prime mestruazioni e dei possibili orientamenti sessuali.

Infine per i ragazzi un po’ più grandicelli si arriva alla gravidanza, si parla di aborto e, sempre con il supporto di utili testi, si spiega loro il parto in tutte le sue fasi, dalla dilatazione all’espulsione della placenta. Tutto nero su bianco? No, tutto a disegni, praticamente portare questi ragazzi all’interno di una sala parto o far vedere loro quel testo è la stessa cosa.

Ovviamente non mancano le critiche anche nella moderna Svizzera, c’è chi grida alla pedofilia, alla pornografia, e chi difende questa scelta. E in Italia? cosa succederebbe se in classe arrivasse la prof di lettere con un sex box pieno di peni di legno e vagine di gommapiuma? E se simulasse pure l’orgasmo? No, credo che non accadrà mai!

Purtroppo o per fortuna?

Annunci