Tag

,

elisa s amore

Elisa S. Amore, giovanissima scrittrice del momento ha scalato le classifiche con “La carezza del destino”. Siciliana, sposata con un bambino, si divide tra il lavoro di moglie, quello di madre e quello di scrittrice che, è relegato nelle ombre della notte, quando tutti dormono e lei può stare tranquilla a battere sui tasti del suo pc liberando la fantasia.

Elisa iniziamo con una curiosità S. sta per…?

S. sta per Strazzanti, il mio cognome da nubile. Amore è il cognome di mio marito, che uso spesso anche nella vita.

Lei è partita dall’auto pubblicazione, Amazon per intenderci, e adesso è in libreria. Qual’è stato il passaggio?

Dopo poche settimane dall’auto pubblicazione online alcune case editrici mi hanno contattata, così mi sono affidata ad un agente, che ha subito cercato altri interessamenti. La casa editrice Nord si è dimostrata subito molto entusiasta della storia e ha voluto pubblicarla.

Come ha fatto per promuoversi?

La parte difficile dell’auto pubblicazione è la poca visibilità che il libro ha nel maremagnum della rete. Se non ci si rimbocca le maniche è molto difficile riuscire ad emergere. Io sono stata molto presente sui social network, ho interagito personalmente con i lettori, con i blogger, ho promosso il libro a suon di link, giochi, iniziative originali e sondaggi, tutto ciò che potesse coinvolgere e catturare l’attenzione del potenziale lettore, sfruttando la mia creatività anche in settori che non conoscevo. Sono anche riuscita a far proiettare il mio booktrailer nelle sale cinematografiche. Insomma, sin dall’inizio ho cercato di distinguermi e alla fine gli sforzi sono stati ripagati.

Angeli della morte, streghe e tanto amore. Com’è nata la storia?

La storia è nata per caso. Mentre guidavo ho avuto la visione di un ragazzo che mi fissava dal ciglio della strada. Ho iniziato a scavare nella mia mente alla ricerca di risposte su quella visione, così sono nati gli angeli della morte… ma soprattutto il grande amore di due anime ostacolate dal destino.

Suo figlio ha capito cosa sta accadendo alla sua mamma?

Questa esperienza permette anche a lui di vivere cose nuove, quando lo portiamo in viaggio con noi, ma è molto piccolo per poter capire, ha solo diciannove mesi. Però riconosce il mio libro se lo vede in libreria o se vede la foto su un giornale.

E’ vero che potrebbe esserci un film?

Solo dopo qualche settimana dalla mia prima esperienza di pubblicazione online ho ricevuto delle proposte per la trasposizione cinematografica del libro. L’agenzia che mi rappresenta è una delle migliori che abbiamo in Italia, se ci saranno sviluppi anche in quel campo si vedrà più avanti, per ora è davvero presto.

Altri progetti? Altre storie?

Adesso sto lavorando al secondo libro della saga, L’inganno della notte – Unfaithful, che uscirà per la casa editrice Nord ad Aprile. Poi mi dedicherò al terzo volume, che comunque è già scritto e in via di revisione. I volumi in totale sono cinque, quindi fino alla conclusione della saga avrò un bel da fare.

Annunci