Tag

, , ,

Navigando su internet si trovano sempre statistiche interessanti ma preoccupanti dove si dice sempre, qualunque sia l’argomento che l’Italia è agli ultimi posti per tutto oppure ha dei primati estremamente negativi.

In questo caso il nostro paese è maglia nera nei casi di morbillo.

Nonostante ci siano i vaccini, anche se non obbligatori, molte famiglie non effettuano la “punturina” al proprio figlio o, la vaccinazione avviene in maniera incompleta e così, sono tantissimi i bambini che ancora oggi si ammalano di morbillo.

Stiamo parlando di bimbi al di sotto di un anno che, purtroppo, si ammalano e sono costretti a letto, pieni di bolle, con febbre spesso alta. Niente di bello, eppure il nostro paese detiene questo triste primato.

L’Unione Europea sperava di debellare questa malattia entro il 2015 ma, fanno già sapere che sarà impossibile, in un solo anno,eliminare il morbillo anche perché, per farlo, sarebbe importante che tutte le famiglie si vaccinassero o comunque che facessero vaccinare i bambini.

In Italia nel 2013 ci sono stati ben 7.200 casi, al nostro paese seguono nell’ordine Inghilterra, Germania e Olanda.

Dagli ultimi dati emerge inoltre che, mentre fino a qualche anno fa il morbillo colpiva solo i bambini adesso, la malattia colpisce anche una popolazione più adulta e, i rischi per la salute, sono così più elevati. Nonostante tutto moltissimi non credono nel vaccino anzi, pensano che questo sia dannoso. Le scuole di pensiero come sempre si dividono ma, il dato di fatto resta. Il morbillo colpisce ancora e anzi, sempre di più.

Oltre al morbillo a colpire negli ultimi anni è anche la rosolia. La cosa preoccupante è che non colpisce solo i bambini ma anche le donne in gravidanza. Magari, quando si aspetta il primo figlio si arriva un pò impreparati, non si sa bene quali vaccini è meglio aver fatto ma, arrivare alla seconda o terza gravidanza senza aver fatto il vaccino può essere molto rischioso. Il punto è sempre quello, il vaccino.

La buona notizia, perchè c’è una buona notizia, è che finalmente anche i nostri figli potranno vaccinarsi contro la meningite (meningococcica B), l’agenza del farmaco ha infatti autorizzato il vaccino.

Attendiamo le prossime statitistiche sperando non siano troppo tristi.

Annunci