Tag

, ,

allergie-bimbi

Il latte materno è il miglior alimento per i neonati almeno fino ai sei mesi di vita, lo dice l’organizzazione mondiale della sanità e , per noi mamme non è certo una novità.

La notizia sta nel fatto che è stato scoperto che oltre a far bene a mamma e figlio, oltre a dare al piccolo tutti i nutrimenti, le proteine, le vitamine  necessarie per il suo sano sviluppo psico-fisico, il latte di mamma previene anche le allergie.

L’università di Torino ha analizzato gli ultimi ricoveri e, ne è uscito un dato sconvolgente, il 3,5% della popolazione italiana soffre di allergie. Negli ospedali la maggior parte dei pazienti ricoverati per shock anafilattico ha meno di 14 anni e il numero salirà.

Li chiamano “allergici baby”, sono tutti quei bambini moderni, i bambini 2.0 che, insieme alle tecnologie hanno sviluppato le allergie. Gli studiosi ci mettono in guardia, dobbiamo distinguere le allergie (anche alimentari) dalle intolleranze, sono due cose ben diverse. Se il piccolo è allergico, per esempio al latte o alle uova, l’allergia compare subito, in maniera violenta ed immediate mentre l’intolleranza appare con il tempo, con l’assunzione di una determinata sostanza nel tempo.

Alle allergie e intolleranze alimentari è necessario aggiungere tutte quelle forme allergiche di tipo “nasale” come le allergie ai pollini, alla polvere, tutte sostanze che portano la cosidetta rinite allergica.

Sapete quanti bimbi ne soffrono? Quasi tutti!

Insomma più passa il tempo più i nostri figli sono delicati, allergici e intolleranti a quasi tutto, nonostante il latte materno.

Annunci