Tag

, , , ,

Cosima_Coppola1

Cosima Coppola,  la bellissima attrice italiana dagli occhi d’angelo si racconta con noi  e ci parla dei suoi prossimi ruoli

Cosima partiamo dall’inizio. E’ stato difficile crescere in un paesino e portare avanti le sue ambizioni?

Il mio non è stato un percorso che si è delineato subito; ho iniziato a studiare danza classica all’età di 5 anni; rigorosamente non saltavo una lezione, ci mettevo grinta e passione, fantasticavo con la mente sognando i grandi palcoscenici, ma il paese in cui vivevo e l’educazione ricevuta dalla mia famiglia frenavano le mie ambizioni.. Mia madre ci teneva che io prima studiassi, mi diplomassi e poi mi avrebbe lasciata libera di decidere della mia vita.. E così è stato.. A 19 anni, senza esitare, ho fatto la valigia e mi sono trasferita nella capitale. Ho attraversato momenti non rosei ma non ho mai minimamente pensato di fare retromarcia!

Quando ha capito che fare l’attrice era la sua vita?

Ho sostenuto la prima audizione per una compagnia teatrale e l’ho passata.. Da lì, la svolta; un produttore, una sera, dopo avermi vista a teatro mi contattò per un provino; il ruolo era esiguo, poche pose.. Mi incitò a studiare dizione e recitazione..Ascoltai il suo consiglio. Ad oggi, lo ringrazio ancora.. Ho capito quanto sia importante per me questo lavoro, quanto mi abbia aiutata ad aprirmi, a vincere la mia timidezza, a leggermi dentro e condividere emozioni sempre diverse ed intense.

Se non avesse fatto l’attrice avrebbe fatto…?

Credo la psicologa. Ho mollato l’università nonostante mi mancassero pochi esami alla laurea, anche se non lo ritengo ancora un capitolo definitivamente chiuso. Continuo comunque a leggere libri di psichiatria, pedagogia.. Sono affascinata dalla mente umana e dai comportamenti che ne derivano.

Ha qualche rimpianto?

Sono sempre stata responsabile, rigida con me stessa e pretenziosa. Penso di non essermi goduta interamente la fase di spensieratezza, svago e divertimento..

Studi da ballerina, e poi tanti ruoli in bellissime fiction. Quale personaggio le è rimasto nel cuore?

Melina, il personaggio che ho interpretato nella serie ‘L’onore e il rispetto’. Ero dentro completamente al ruolo, travolta dall’energia e dalla sensibilità di questa donna che nonostante le innumerevoli avversità, riusciva a rimboccarsi le maniche e a reagire.

Le è capitato di rifiutare un ruolo?

Si, è capitato. Non mi convincevano le sceneggiature. Anche se è sempre tutto molto indicativo; spesso una buona regia, un buon cast, possono dar vita a dei progetti che su carta sembrano non meritare; viceversa, a volte, della belle sceneggiature non sono poi supportate da altro…

Attrice, studentessa, una donna impegnata dove trova il tempo per fare tutto?

Il tempo si trova, anche perchè questo lavoro non è costante. A mesi intensi, in cui si è sul set dalla mattina alla sera, si alternano periodi di inattività, in cui ci si può dedicare ad altro.

Dove la rivedremo?

In ‘Rudy Valentino: la leggenda’; interpreto Betty, una donna anticonformista, disillusa, cinica, apparentemente fredda ma dotata in realtà di un’anima profonda. Tra Betty e Rudy nascerà una sintonia oltre che affettiva anche professionale, avendo in comune la passione per il ballo. Un mix tra i due di sensualità e professionalità.

I suoi progetti futuri?

Un altro progetto prossimo alla messa in onda è ‘Furore’. Anche qui interpreto una donna dotata di forte personalità, enigmatica, costretta a cambiare più volte identità, a mentire, fingere e scendere a compromessi. Con un unico e solo scopo: proteggere e riabbracciare il suo amato bambino.

Vi abbraccio!

Cosima

 

Annunci