Tag

, , ,

ziariologo

Ci sono zie e zie, ci sono quelle che sono sempre presenti, quelle che sono assenti per motivi logistici ma che amano alla follia i propri nipoti e poi ci sono quelle di “ci vediamo nelle feste”. Ad ogni modo chi è una zia, o uno zio, lo sa bene, i propri nipoti “so pezzi e core”.

Poi però, ci sono anche le zie senza nipoti ovvero tutte quelle che in un certo senso adottano i figli di amici e vicini di casa, fanno a questi bambini regali vari, li portano al parco, comprano loro il gelato e così, gli americani, hanno deciso di fare delle zie senza nipoti un vero e proprio lavoro.

Si chiamano Pank (Professional Aunts No Kids), sono delle donne, ma anche uomini, che amano i bambini, che si sentono zii senza esserlo sulla carta e che, soprattutto, fanno sentire i bambini amati, sono zie qualificate che supportano le famiglie nel difficile compito di crescere un figlio.

In Italia il fenomeno sta prendendo piede anche se i numeri non sono ancora quelli americani e, le Pank, non sono una professione. Ecco così che nasce la community ziario.it, un luogo dove zii e zie possono confrontarsi, raccontare aneddoti e storie sui loro adorati nipotini. Un posto dove una zia, vera o acquisita, può sedersi a prendere il thè e parlare con altre zie della cosa che più amano al mondo, il loro piccolo nipotino che, magari è una peste, che ne combina di tutti i colori, che fa disperare mamma e papà ma che, non si sa come, riesce magicamente ad essere il cocco di zia.

Ziario propone poi giochi da fare con i piccoli, ricette e luoghi di divertimento, un luogo insomma pensato per i piccoli dove si possono trovare spunti allegri e divertenti per condividere le giornate con i nipotini. Un sito per le zie, ma anche per le mamme.

Annunci