Tag

, ,

E’ arrivato un muovo mese, un mese estivo, periodo turistico per eccellenza e, da questo mese, cambiano nel nostro paese le regole per accedere ai musei, ma non solo, tantissime novità per gli amanti della cultura.

Fino al 30 giugno, per accedere alle mostre, ai musei e quant’altro il pubblico “non pagante” andava dai tre (o sei) anni in giù e dai 65 anni in su. Dal primo luglio non è più così. Visto che il turismo, dovrebbe, aumentare e, considerando che i pensionati stranieri che soggiornano nel nostro paese sono molti ed hanno più di 65 anni con la nuova legge, pagheranno gli ingressi, così, per far girare l’economia.

Allo stesso tempo (per fortuna) viene alzata la soglia dei 6 anni e viene estesa fino ai 18 anni. Tra le altre novità ogni prima domenica del mese l’ingresso sarà gratuito per tutti, le notti al museo, al costo di un solo euro saranno 2 e, tutti i grandi musei saranno aperti fino alle 22:00.

Un sistema museale che cambia, secondo me in meglio (ma io lo vivo da turista) anche se le polemiche, le italianissime polemiche non sono mancate. Chi gestirà tutto questo pubblico? Il servizio fino alle 22:00 come verrà distribuito? Ci saranno assunzioni?

Domande legittime alle quali qualcuno prima o poi risponderà ma intanto godiamoci questa piccola rivoluzione culturale.

Annunci