Non sempre è necessario essere dei “colossi” per lavorare e affermarsi nel mondo della produzione e oggi vogliamo raccontarvi la storia di una start up che in pochi mesi ha già fatto parlare di sé.

Stiamo parlando di Grey Ladder, 6 ragazzi torinesi, età media 26 anni, una società che si occupa di production e di media entertainment che in pochi mesi di attività ha già all’attivo collaborazioni e incarichi prestigiosi, lavori allavanguardia e un fatturato in crescita. Ad oggi tra i progetti firmati da questa casa di produzione atipica e creativa ci sono 4 webserie di cui una per la Rai, un videoclip musicale in partecipazione con il calciatore Claudio Marchisio, 3 cortometraggi, il video promozionale del Parco Valentino – Gran Premio dell’Automobile e diversi video musicali di artisti emergenti della scena hip-hop nazionale (Ensi, Fred De Palma, Zuli…). E sono “in cantiere” nuovi lavori: Magna Mater, un film horror scritto e diretto da Emiliano Ranzani in collaborazione con Alessandro Regaldo (due dei soci) e un progetto d’animazione in collaborazione con il pittore Massimiliano Petrone.

Grey Ladder è principalmente ideazione, realizzazione, produzione, registrazione, montaggio e consulenza di produzioni culturali legate al cinema a allaudiovisivo. Per questa ragione è stato scelto questo nome – che deriva dal termine “scala di grigi” o greyscale, usato nel settore della fotografia e in particolare della fotografia per il cinema – dietro il quale si celano ragazzi giovanissimi e talentuosi, che a dispetto della loro età, possono vantare un curriculum di tutto rispetto.

Alessandro Regaldo, classe 89, diplomato con il massimo dei voti allAccademia Nazionale delle Arti Cinematografiche, sceneggiatore e regista; Davide Mela, classe 89, diplomato con  il massimo dei voti nel master “Analisti di produzione cinematografica e televisiva e comunicazione crossmediale”, sceneggiatore e produttore di linea; Stefano Accomo, classe 89, attore professionista diplomato con merito alla Scuola dArte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, Emiliano Ranzani, classe ‘85, regista e direttore della fotografia; Edoardo Fornelli, classe 89, laureato in Giurisprudenza a Torino, imprenditore e direttore dimpresa, Edoardo Scavo, classe ’89, laureato in Business and management presso il College Menlo Park di Palo Alto in California, manager e organizzatore di eventi.

Professionisti con formazione diversa e profili complementari, uniti da una visione comune di questo lavoro e da una mission precisa: creare una vera e propria factory votata ai principi dellinnovazione alla disponibilità a mettersi al servizio di contenuti creativi e originali. Non solo “commissioni” e attività delegate, lobiettivo di Grey Ladder è crescere internamente per produrre nuovo materiale, proposte, idee e visioni, a partire dalla stessa think tank interna che è alla radice e al centro del progetto imprenditoriale.

Talento, creatività e professionalità ma anche continuo aggiornamento tecnologico e commerciale in risposta ad un sistema che evolve rapidamente sono le carte vincenti di questa società. Grey Ladder dà voce agli artisti emergenti, dà forma alle idee fresche e ai progetti intrattenimento di “ultima generazione” e lo fa con un linguaggio nuovo, con lapproccio moderno, interdisciplinare, multipiattaforma e crossmediale che solo dei ragazzi nati nellera del 2.0 possono avere.

Annunci