Tag

, , , ,

rupert

Tra qualche giorno lo vedremo al cinema con “Italiano Medio”, il film di Maccio Capatonda ma, abbiamo imparato ad amarlo nella serie Mario e prima ancora ci ha fatto ridere in tantissime trasmissioni televisive. Oggi Rupert Sciamenna ci racconta qualcosa di se e del nuovo film.

Rupert a fine mese esce per il grande schermo il film di Maccio Capatonda dal titolo Italiano medio. Ci racconti il tuo personaggio?

Il mio è un doppio ruolo. Sarò un uomo che vuole costruire, una sorta d’imprenditore, uno che vuole fare soldi costruendo palazzi, supermercati, parcheggi e, un giorno, durante un comizio mi sconto con Giulio, un ambientalista convinto, uno che crede che il verde, la natura siano tutto e cercherà di ostacolarmi in tutti i modi, ci saranno gag e situazioni particolari sempre nello stile mio e di Maccio. Il secondo personaggio è da morire da ridere. Sarò un uomo particolare che creerà scompiglio e tante risate ma non voglio dire altro, lo scoprirete.

Insieme a te anche Maccio e Lavinia Longhi, un trio che abbiamo imparato ad apprezzare nella serie Mario andata in onda su Mtv. Com’è il vostro rapporto?

Bellissimo oltre ogni aspettativa. Io e Maccio ci conosciamo ormai da dieci anni. Sul set è lui che comanda, è una sorta di genio, fa tutto, attore, regista, sceneggiatore, nella vita privata siamo molto amici ci troviamo bene e anche con Lavinia abbiamo creato un rapporto bellissimo, siamo quasi dei parenti, anzi, amici veri.

E’ vero che è stato Maccio a scegliere il tuo nome d’arte?

Si. Io mi sono avvicinato a questo lavoro da adulto, prima mi occupavo di marketing. Poi per uno strano caso del destino ho conosciuto Luca Conforti e anche Maccio che mi ha subito voluto con lui. Ha scelto il mio nome d’arte, come ti dicevo è lui il genio della situazione e, devo dire che è andata bene. Inizialmente ero un po’ perplesso sui ruoli e sui personaggi da interpretare ma poi mi sono fidato completamente di lui, sono stato con lui, l’ho ascoltato ed il pubblico ci h ripagato amando i nostri personaggi e le nostre storie.

Come ti sei trovato a vestire i panni di Lord Micidial?

Mi sono divertito come mi divertono tutti i personaggi che interpreto. Soprattutto sono dei ruoli cuciti apposta per me, per il mio corpo, per la mia età e quindi in un certo senso mi trovo bene, ovvio non sono così perfido.

Ci sarà una nuova stagione di Mario?

Lo speriamo tutti. La serie si è conclusa con una sorta di giallo e quindi gli scenari per montare una nuova storia ci sono tutti. Aspettiamo ancora. Come ho detto è Maccio che decide.

Intanto il 29 arriva nelle sale Italiano Medio e, il “Briatore dell’Idroscalo” avverte dai vari social sui quali è seguitissimo che “ci saranno cose da altro mondo”

Annunci