Tag

,

Featured image

Domenica è la festa della donna ed ecco cosa fanno le nostre amiche che, ormai da più di un anno ci seguono e partecipano ai nostri sondaggi.

Emilia, 29 anni, single: Andrò in giro con le mie amiche, niente spogliarelli o cose di questo genere, solo pizza, birra, gelato e tante chiacchiere, come ogni domenica.

Anna, 32 anni, sposata con figli: Festa della donna o meno per la domenica significa sveglia tardi, colazione tutti insieme, pulizie, un buon pranzo e poi la famiglia, cerchiamo di stare insieme visto che di settimana i ritmi sono frenetici. Poi se mio marito vuole regalarmi delle mimose, magari non quelle comprate al semaforo, sono contenta.

Antonella, 45 anni, sposata con figli: Quando ero giovane mi davo alla pazza gioia, adesso cerco si spiegare ai miei figli che l’otto marzo è una data importante e non è solo quello che ascoltano in televisione e quindi, balletti, uomini svestiti per donne vogliose. Ho un figlio maschio che ogni anno mi regala le mimose e una figlia femmina e ad entrambi voglio far capire l’importanza di questo giorno.

Piera, 36 anni, sposata: Mio marito si ostina a regalarmi le mimose ogni anno, sa benissimo però che io amo i fiori e anche le mimose ma, non si fa mia gli auguri per la festa della donna, ha troppo rispetto per le Donne per festeggiare una cosa che ormai è diventata imbarazzante.

Agata 35 anni, mamma single: Perchè si parla di “festa” della donna? Il termine festa di per se rappresenta qualcosa di gioioso ma, in relatà l’otto marzo si ricordano delle donne che sono morte mentre erano a lavoro quindi, sarebbe giusto parlare di “giornata dle ricordo” o della memoria. In fin dei conti esiste una gionata della memoria per qualunque cosa, sarbbe giusto cambiare la dicitura della giornata. Anche la forma ha la sua importanza.

Annunci