Ed ecco che in Friuli Venzia Giulia arriva il “gioco del rispetto”che, ovviamente, ha subito creato lamentele.

Cos’è il gioco del rispetto se non la vita quotidiana? Cos’è il gioco del rispetto se non quelle che cerchiamo di insegnare ai nostri figli (o ai nostri alunni) ogni giorni? Eppure c’è chi vede il marcio ovunque perchè  il gioco del rispetto in alcune menti è diventato il “gioco dei ruoli” o “il gioco del dottore” dove il malato è, a turno, maschio e femmina.

Una bella iniziativa per spiegare a bambini che la differenza di genere non esiste, o almeno non da piccoli è diventato un’iniziativa a scopo sessuale. Nelle scuole materne sono state proiettate delle immagine dove mamma e papà si scambiavano i ruoli o, spesso, facevano le stesse cose.

Mi spiego meglio: mamma stira e anche papà, mamma spinge il passeggino e anche papà, e così via ma, tutto è stato stumentalizzato. Per conoscere meglio il progetto ecco il link http://giocodelrispetto.org/info/

Annunci