Tag

,

Shahar, Sahar, Din, Minoy, Menachem, El Roei, Eyal, Ward, Abed Elmagid, Ahmad, Mahdi, Moemen, Mohammad, Abdallah.

7 bambini arabo-israeliani e 7 bambini ebreo-israeliani che giocano insieme in una piccola, grande squadra: Peace Dreamers. Si sono conosciuti sull’aereo, tutti provenienti da villaggi vicini ai territori occupati. Sono arrivati a Torino da meno di una settimana e sono i piccolo ambasciatori di un grande progetto: UN CALCIO PER LA PACE.

Può il calcio essere uno strumento di pace? Loro giocano per dimostrare che è così.

In questi giorni in Italia hanno incontrato grandi squadre di serie A, la Juventus e il Torino, hanno giocato con i loro coetanei e, sempre accolti dal sorriso, hanno dimostrato che pace è anche un calcio ad un Pallone.

L’appuntamento, per tutti, è oggi alle ore 15.

Si gioca il Derby della Pace, un torneo a 6 squadre che vedrà scendere in campo i Peace Dreamers e i loro coetanei.

Il progetto nasce a Torino ma ha l’ambizione di proseguire dopo la partenza dei Peace Dreamers dall’Italia. L’obiettivo a medio termine è la realizzazione di una Accademia di Calcio per la Pace in Israele.

Il primo appuntamento al quale si sta lavorando è la visita di alcuni allenatori italiani in Israele per incontrare i loro colleghi israeliani e cominciare insieme un’attività congiunta per allenare le realtà giovanili locali.

Annunci