Il Piemonte Cinema Network annunciato lo scorso dicembre da Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e curato dall’Associazione Piemonte Movie, ha dato vita alla rassegna MOVIE TELLERS – NARRAZIONI CINEMATOGRAFICHE, prima “prova sul campo” del progetto Piemonte Cinema Network che punta alla promozione e diffusione della settima arte legata alla nostra regione, attraverso una rete che unisce cinema, associazioni culturali e diverse realtà pubbliche e private.

 

MOVIE TELLERS – NARRAZIONI CINEMATOGRAFICHE

12 FILM – 4 LUNGOMETRAGGI, 4 DOCUMENTARI E 4 CORTOMETRAGGI – REALIZZATI IN PIEMONTE PROGRAMMATI IN 13 DIVERSE CITTÀ E SALE DELLA REGIONE, COMPORRANNO UN CARTELLONE DI 28 GIORNATE DI CINEMA PER 84 PROIEZIONI COMPLESSIVE, DAL 4 AL 31 MAGGIO 2017.

 

Giovedì 4 maggio al Cinema Verdi di Candelo, ANTONIO CATANIA, attore siciliano dalla lunga carriera con oltre 60 ruoli tra cinema e tv (Mediterraneo di Gabriele Salvatores, Pane e tulipani di Silvio Soldini, Belli di papà di Guido Chiesa e Boris – La Serie solo per citarne alcuni) e protagonista di Mirafiori Lunapark di Stefano Di Polito, inaugurerà la rassegna dedicata al cinema piemontese, diffusa sull’intero territorio regionale curata dall’Associazione Piemonte Movie e promossa da Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival, in collaborazione con Agis-Anec Piemonte Valle d’AostaAssociazione Stampa SubalpinaSlow Food Piemonte e Valle d’Aosta Coldiretti.

 

MOVIE TELLERS – NARRAZIONI CINEMATOGRAFICHE propone fino al 31 maggio in 13 città della regione, una selezione di 12 lavori girati in Piemonte: 4 lungometraggi e 4 documentari recenti a “bassa distribuzione” che per loro natura sono arrivati in modo puntuale solo in alcune sale, e 4 cortometraggi che così approdano finalmente sul grande schermo.

I 12 FILM

MOVIE TELLERS è una rassegna regionale dedicata al cinema realizzato in Piemonte, come il dramma al femminile girato a Torino che vede protagoniste Margherita Buy e Valeria Golino ne La vita possibile di Ivano De Matteo; Mirafiori Lunapark di Stefano Di Polito con Alessandro Haber, Antonio Catania e Giorgio Colangeli che prende il nome dallo storico quartiere operaio in cui è ambientato, mentre ne Le ultime cose di Irene Dionisio la città scorre sullo sfondo delle vite dei personaggi.

Tutta la regione si presta come set cinematografico: in un Un posto sicuro di Francesco Ghiaccio storia e luogo sono inevitabilmente legati dalle drammatiche vicende dell’Eternit di Casale Monferrato. Il documentario A Bitter Story di Francesca Bono mostra uno spaccato di vita della comunità cinese stabilitasi nel Cuneese; Nome di battaglia donna di Daniele Segre mette in luce il fondamentale ruolo giocato dalle donne, durante la Resistenza; Ombre dal fondo di Paola Piacenza mostra la vita al fronte del giornalista astigiano Domenico Quirico, diviso tra il richiamo della professione e quello di casa; I cormorani di Fabio Bobbio svela allo spettatore sorprendenti scorci naturali del canavese, così come Neve rosso sangue di Daniel Daquino, cortometraggio girato in Valmala (Cn), piccolo ‘kolossal’ ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale. Chiudono la selezione dei 12 titoli, altre tre opere brevi sorprendenti casi di lavorazioni complesse che si sono avvalse di diverse professionalità e strutture produttive: Quello che non si vede di Dario Samuele Leone � la storia di un uomo che, per vivere, prepara caffè in modo insolito; An Afterthought di Matteo Bernardini ripropone la favola originale di Peter Pan con la fotografia di Italo Petriccione, storico DOP di Gabriele Salvatores, e l’animazione de Lo Steinway di Massimo Ottoni, splendido lavoro di animazione che parla di fratellanza ai tempi della Grande Guerra, fresco vincitore di una Menzione ai Nastri d’Argento.

 

MOVIE TELLERS mostra la varietà dei film che ogni anno si girano in regione con una programmazione culturale ampia, diversificata e di qualità di film ‘a km zero’, ognuno dei quali avrà 7 passaggi in sala, combinati in un format che prevede in un unico appuntamento la proiezione di un lungometraggio, un doc e un corto, al costo di ingresso di 5 euro (ridotto 3 euro). Tutti gli appuntamenti saranno costellati dalla presenza di ospiti: autori, professionisti e protagonisti dell’arte e dell’industria cinematografica che incontreranno il pubblico, per presentare le opere e rendere gli spettatori più partecipi e consapevoli delle diverse sfaccettature della settima arte.

 

13 SALE CINEMATOGRAFICHE selezionate in collaborazione con Agis-Anec Piemonte e Valle d’Aosta hanno aderito alla creazione del circuito distributivo di Movie Tellers, accogliendo il progetto in 13 città dislocate in 7 province e sono distribuite in 4 CAPOLUOGHI (Alessandria – Cinema Kristalli e Sala Ferrero Teatro Comunale; Asti – Cinema Pastrone; Cuneo – Cinema Lanteri; Vercelli – Cinema Italia) e 9 COMUNI (Acqui Terme (Al) – Cinema Cristallo; Candelo (Bi) – Cinema Verdi; Cherasco (Cn) – Cinema Galateri; Chieri (To) – Cinema Splendor; Ivrea (To) – Cinema Boaro; Omegna (Vb) – Cinema Teatro Sociale; Pinerolo (To) – Cinema Ritz e San Damiano (At) – Cinema Lux.). Cinema abitualmente attenti ai film fuori dai circuiti mainstream e che con Movie Tellers, trovano un sostegno alla propria attività di esercenti privati che promuovono quotidianamente un prodotto culturale.

 

Ogni giornata di cinema sarà intervallata dalle degustazioni di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta, main partner di MOVIE TELLERS, che proporrà un momento di convivialità legato ai piaceri del cibo, assecondando la naturale propensione del Piemonte, riconosciuta terra di eccellenze cinematografiche ed enogastronomiche.

Annunci