La mostra torinese L’infinita Curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge parteciperà all’iniziativa “M’ILLUMINO DI MENO”, la giornata pensata per sensibilizzare il mondo sull’abbassamento dei consumi e promuovere la sostenibilità.

È con piacere che gli organizzatori della mostro aderiranno all’iniziativa venerdì 23 febbraio spegnendo l’illuminazione dell’allestimento dalle 17 alle 18.

Un modo per sensibilizzare e dare il proprio contributo alla battaglia contro gli sprechi e l’inquinamento luminoso, un gesto doppiamente importante per chi, come fu per Tullio Regge, lavora nel campo della scienza e dell’astronomia.

Le troppe luci delle nostre città, infatti, ci impediscono di vedere le stelle. E non è solo una questione di romantiche serate ma un problema serio per gli astronomi e per tutti gli scienziati che hanno bisogno di precise osservazioni del cosmo. Nella mostra L’infinita Curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge, ospitata  all’Accademia delle Scienze di Torino fino al 18 marzo, si parla dei “messaggeri celesti”, cioè di tutti quei segnali che arrivano dallo spazio e ci permettono di studiare in grande dettaglio l’universo. La luce delle stelle è fondamentale per capire il nostro posto nel cosmo ed è per questo che il 23 febbraio anche la mostra dedicata al celebre scienziato torinese Tullio Regge… “s’illuminerà di meno”!

Annunci