camilleri-foto-1024x614

 

La prima volta che ti ho letto ero ragazzina, nella casa al mare dei miei genitori.

Mio padre mi disse: “Ho finito un libro che ti potrebbe piacere. Tieni.”

Era La forma dell’acqua, l’ho letto, e poi ne ho letti altri e poi li ho letti tutti.

E’ nata così Livia, la mia Livia, è nata Porto Scogliera in quella casa al mare e poi nei libri e poi nelle mani delle persone che la leggono tutti i giorni per sentirsi parte di qualcosa.

Mi sono laureata parlando di te, dei tuoi libri e delle tue fiction, di come eri in grado di trasmettere un modo di vivere, l’essere tutto siciliano in maniera chiara, drammatica e ironica allo stesso tempo.

Adesso ci mancherai.

Non mi sono mai commossa per la morte dei personaggi dello spettacolo, semplicemente erano “lontani da me” non mi appartenevano.

Oggi no, oggi è andata diversamente, oggi la mia casa è stata piena di te e dei tuoi racconti, delle tue storie, il piccolo di casa chiede: “Mi racconti di Montalbano?” e così sarà, un poco alla volta.

Grazie di tutto.