Il comune di Castrocaro Terme e quello di Acerra si uniscono al Parlamento internazionale della legalità

Tag

Il movimento culturale apartitico- interconfessionale  del Parlamento della Legalità Internazionale , coordinata da Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco – rispettivamente Presidente e Vice Presidente- – cresce sempre più visto che nelle scorse ore due Comuni del nostro Paese hanno aderito al  progetto di ricerca dove Giustizia, Pace, Solidarietà, Legalità, Amore alla vita e sostegno e incoraggiamento verso i poveri più poveri, non solo solo slogan che affascinano ma fatti che convincono. Sono il Comune di Castrocaro Terme e quello di Acerra. Gia’ la giunta Comunale di Castrocaro Terme ha discusso, nella recente convocazione di Agosto, proprio nell’aprire   un dialogo e una collaborazione culturale con il Parlamento della Legalità Internazionale “poichè – dice Federica Pierotti, Assessore Welfare, scuola, pari opportunità, comunicazioni e relazione sociali-  il tema della legalità ci convince e ci trova sempre pronti a cooperare per la crescita del nostro Paese”. Anche il sindaco del Comune di Acerra Raffaele Lettieri, ha chiesto al Parlamento della Legalità Internazionale la firma del Protocollo di Intesa Culturale per continuare il dialogo intrapreso già con Nicolò Mannino in occasione della sua partecipazione alla marcia contro mafia e camorra nell’anniversario della strage di Capaci e Via D’Amelio. Intanto in casa “Parlamento della Legalità Internazionale ” fervono i preparativi per motivare sempre più  la delegazione che il prossimo 19 settembre sarà a Sondrio in occasione dell’Inaugurazione dell’Anno Scolastico con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella , il Ministro dell’Istruzione.–Università e Ricerca Stefania Giannini e  le alte cariche dello Stato, mentre si studiano le linee guida del Progetto formativo culturale sul tema “Educazione alla Legalità e Cittadinanza attiva per un processo di Integrazione “. “Siamo onorati e felici- precisa Nicolò Mannino- che da diversi Comuni d’Italia arrivano segnali di collaborazione e di dialogo per svegliare le coscienze di tanti studenti, giovani, cittadini a vario titolo che amando questa Nazione si mettono in gioco non dimenticando il sacrificio di tanti uomini e donne che hanno pagato con la vita un autentico impegno a favore dei principi della democrazia  e della solidarietà”. salvatore Sardisco,vice presidente di questo movimento aggiunge ” Inseriremo nella programmazione che stiamo stilato una nota culturale a favore dell’arte intesa nelle sue molteplici sfaccettature chiedendo principalmente ai giovani di mettersi in gioco e dare  il loro prezioso contributo a favore di una cultura di bellezza e di impegno al fine di unire quanto di vero e di entusiasmante alberga nel cuore di chi sa essere ambasciatore e cantore di un autentico inno alla vita “. Nel calendari del Parlamento della Legalità, intanto, due date sono segnate in rosso : quella dello scorso 16 marzo l’incontro Papa Francesco sul sagrato di san Pietro al quale è stato consegnato il logo in cristallo del Parlamento della Legalità Internazionale e quella del 25 luglio l’accoglienza al Quirinale per documentare il cammino culturale svolto fin qui e l’apprezzamento già manifestato dal Capo dello Stato.

Nuova avventura editoriale per Melappioni

Tag

melappioni_300px

Nuova ribalta nazionale per Giovanni Melappioni, l’autore civitanovese già premio Rai La Giara nel 2014. Sarà la casa editrice Meridiano Zero a pubblicare il suo terzo romanzo, di nuovo uno storico, ma ambientato questa volta in epoca medievale. Nei giorni scorsi la firma del contratto e la formalizzazione della data della pubblicazione: dicembre 2016. Un altro importante traguardo che lo scrittore raggiunge grazie all’agenzia letteraria Scriptorama di Pantanetti Luca che lo cura sin dall’esordio editoriale nel 2011 con “L’ultima offensiva” (Lulu edizioni), e poi attraverso la pubblicazione di “Missione d’onore” con Rai Eri nel 2015 e i vari riconoscimenti letterari collezionati nel tempo.

Con questo volume, che si intitolerà “Forgiati dalla spada”, si apre una saga medievale a cui l’autore lavora da quattro anni. Melappioni infonde in questo romanzo tutto il suo amore per il periodo medievale e tutte le sue competenze, modellando con il consueto scavo psicologico personaggi vivi, coinvolgenti, e una storia colma di fascino e forti emozioni, incentrata sulle vicende di tre casate nella Francia del XII secolo.

Diario semitragico di un casalingo disperato – Ariel

Tag

diario

TITOLO: Diario semitragico di un casalingo disperato

AUTORE: Ariel

EDITORE: Self

TRAMA: Massimo è un uomo di 35 anni, sposato con Katia e padre di due gemelli, due bambini pestiferi da lui soprannominati Attila e Nerone. La sua vita prenderà una piega inaspettata quando, licenziato dal lavoro, la moglie sarà costretta ad accettare una trasferta all’estero. E così il nostro protagonista diventerà un casalingo a tempo pieno, il cui unico sfogo risulterà essere il suo diario, nel quale descriverà le sue peripezie con la casa, i figli, il gatto oltre alle avances della provocante vicina di casa e i problemi della sua stravagante sorellina. Ma, quando tutto ormai volgerà verso il peggio, ecco arrivare il colpo di genio: raccontare in un romanzo tutto quello che sta passando, sottoforma di una protagonista al femminile, chissà che non riesca a diventare ricco come l’autrice delle “Cinquanta sfumature”? Così, tra alti e bassi, soddisfazioni e delusioni, Massimo si darà alla scrittura, attività che lo porterà a conoscere una donna che, entusiasta del suo modo di scrivere, gli farà una proposta particolare, molto particolare…

DICO LA MIA: Ho letto tutti i libri di Ariel e sono tutte commedie molto divertenti e mai scontate e banali. Questo romanzo l’ho comprato senza pensarci due volte, sapevo di non sbagliare e sapevo che avrei riso fino alle lacrime. In effetti è andata così. Sotto il velo della commedia però l’autrice tratta una tematica per niente banale e per niente ironica. La perdita del lavoro. Oggi avere un lavoro, e riuscire a tenerselo, è praticamente un lusso, ed ecco che il protagonista, Massimo, insieme alla moglie e ai due figli gemelli, ha una vita normale, tranquilla, casa, lavoro, figli, però perde il lavoro, come tanti padri oggi. Cade nello sconforto, la moglie deve necessariamente ‘allentare’ la presa materna, che delega al marito, e accetta una trasferta di lavoro. Quante famiglie oggi si trovano in questa situazione? Tantissime. Ecco che arriva la commedia. Massimo ha sempre lavorato, è un padre ma non ha molta dimestichezza con la vita domestica e con l’accudimento dei gemellini pestiferi. Dalla sua frustrazione nasce un diario e poi l’idea che lo porterà alla felicità (forse) ma, è una commedia, quindi i paradossi sono sempre dietro l’angolo.

E tu vuoi parlarci di un libro?

Scrivici sul blog oppure alla mail sorbera.silvestra@libero.it o contattaci alla pagina facebook Sorbera Silvestra Blog

 

CITY ANGELS: ferragosto solidale

Tag

,

Un Ferragosto solidale e vegetariano, insieme con i migranti e con i senzatetto ospiti nel loro centro d’accoglienza: lo organizzano i City Angels, e invitano i milanesi a partecipare.

 

C’è paura nei confronti degli immigrati; per questo invitiamo i cittadini a venire a conoscerli, a mangiare con loro e a condividere con loro il Ferragosto” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels.

 

I milanesi potranno venire dopo essersi prenotati attraverso la pagina Facebook dell’Associazione https://www.facebook.com/CityAngelsItalia. Viene loro richiesto di portare, in segno di condivisione, qualcosa di vegetariano da mangiare, oppure qualcosa da bere (ma niente alcolici). Perché vegetariano? “Perché nell’occasione intitoleremo il nostro centro d’accoglienza allo stilista scomparso Elio Fiorucci. Elio ideò il logo dei City Angels, ci disegnò le divise ed era vegetariano; sarà un bel modo per ricordarlo” afferma Mario Furlan.
Coop Lombardia e la Comunità ebraica di Milano porteranno bibite e cibo, mentre Silvia Viel, titolare dell’omonima gelateria in Corso Buenos Aires, porterà granite per tutti.

Interverranno sia al pranzo di solidarietà, sia all’intitolazione del centro a Fiorucci il sindaco di Milano Beppe Sala e l’assessore ai Servizi sociali Pierfrancesco Majorino.

Don Davide Milani, Responsabile comunicazione della Diocesi di Milano, benedirà il centro d’accoglienza. Saranno presenti  Daniela Javarone, madrina dei City Angels, e l’imam Khaled Elhediny. Dopo il pranzo si potrà ballare con la musica della banda di Alessandra Amato.

L’appuntamento è dunque per mezzogiorno di lunedì 15 agosto in via Gino Pollini 4, nel quartiere di Niguarda. A 200 metri dalla fermata della metropolitana di Cà Granda (linea lilla).


I City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e Crescita Personale. Oggi sono presenti in 16 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui il 50,4% sono donne.

Calici di stelle

Tag

, , ,

mamma africa

I colori e i sapori del Mediterraneo si incontreranno in una serata magica, quella di Calici di Stelle, promossa in tutta Italia dal Movimento Turismo del Vino e dall’associazione Città del Vino. Il buon vino, ad accompagnare prelibatezze culinarie di altissimo livello, e la musica saranno i protagonisti sabato 6 agosto dell’edizione 2016 dell’evento estivo più atteso da enoturisti e wine lovers. Location suggestiva, la Cantina Feudo Ramaddini a Marzamemi che vivrà l’appuntamento con ancora più emozione a fronte dei tanti successi e riconoscimenti ottenuti in questi mesi: dalla medaglia d’oro e premio Trophy per “Al Hamen” Moscato Passito Doc Noto; alla Medaglia d’Oro al concorso enologico internazione la “Selezione del Sindaco” per il Quattro Venti Terre Siciliane Chardonnay- Cataratto e ancora, Al Hamen Dop Noto Moscato Passito che è stato selezionato tra le 5 Star Wines al premio Enologico Internazionale Vinitaly 2016 con un punteggio di 90 su 100, e sempre per Al Hamen, insieme al Patrono, alla Douja d’Or 2016. “Tra Sicilia e Africa” è il tema che caratterizzerà questa edizione: due culture diverse, ma simili, vicine e insieme lontane. In mezzo, il mar Mediterraneo, culla di tradizioni e fonte naturale di connessioni e nuove sfumature. A rappresentare le due realtà sarà il cibo preparato dalle sapienti mani di Abibata Konate, conosciuta da tutti come Mamma Africa, che cucinerà tre varianti del suo squisito cous cous (di manzo, di verdure e l’Attiéké, una ricetta tipica della Costa d’Avorio), e i piatti tipici della tradizione siciliana rielaboratoti dalla bravura dello chef Carmelo Buoncuore del centro di formazione “Jobbing Centre”, che proporrà arancino di riso siciliano con tenerume di zucca, salsiccia croccante, fonduta di Ragusano dop e pomodorino semisecco, filetto di maialino ripieno della sua golosità con zuppetta di pomodoro e verdurine di campo, e come dolce mousse di ricotta vaccina, polpa di mango siciliano e croccante alle mandorle. Protagonisti saranno anche i ritmi coinvolgenti che caratterizzano le musiche tradizionali dei popoli del Sud del mondo: con il maestro di tamburi a cornice Andrea Chessari, il percussionista Marco Pluchino, la voce di Alessandra Ristuccia, i flauti di Fabio Melilli e i Sesè, i brani della tradizione mediterranea e i ritmi di quella africana del mandeng si alterneranno durante tutta la serata. Ad accompagnarli anche le tipiche danze di gruppo euro-mediterranee ed africane della maestra Veronica Racito che coinvolgerà il pubblico presente.

Il parlamento della legalità e la scuola

Tag

,

IMG_0030

Conosco Nicolò da circa dodici anni, abbiamo ‘lavorato’ insieme in Sicilia, con i ragazzi del parlamento, proprio per questo voglio raccontarvi con largo anticipo quello che il presidente della Repubblica Mattarella ha deciso per il 19 settembre prosimo.

Il parlamente arriva a scuola, per inaugurare l’anno, per dire ai giovani che insieme è possibule tutto.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella  , dopo Napoli, schizza l’occhio a Sondrio e convoca il “Mondo Scuola” proprio al Nord per abbracciare tutti gli studenti e le studentesse d’Italia augurando loro un “Buon Anno Scolastico “.

Tra i circa mille studenti coinvolti e le diverse delegazioni che arriveranno da tutto il Paese, anche il Parlamento della Legalità Internazionale troverà i suoi posti per partecipare a questo singolare appuntamento che andrà in diretta su Rai 1.
La data stabilita è lunedi 19 Settembre a partire dalle 11,30 in collegamento Rai.
E allora tutti a lavoro per rendere semplicemente solenne questo appuntamento.
 Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, rispettivamente Presidente e Vice Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, ricevuto l’invito dalla segreteria del Direttore Generale del MIUR la Dott.ssa  Giovanna Boda ( nella foto con Mannino e Sardisco) sono già a lavoro per stilare l’elenco della nutrita delegazione che già da domenica 18 sarà in Lombardia per raggiungere Sondrio con quella gioia e quell’entusiasmo che contraddistingue questo appuntamento voluto dal Presidente della Repubblica e ben organizzato con professionalità bravura e competenza dalla squadra diretta dalla dott.ssa Boda dove fa parte la giovane Anna Rotondi e tantissimi validi ed esperti  collaboratori.
 “Coinvolgeremo anche una rappresentanza da Como-dice Nicolò Mannino- dove da anni siamo presenti ecco perchè ho chiesto a Claudia e Massimo Gervasini con particolare affetto e gratitudine,  di partecipare e accogliere questo invito “. Como da Sondrio dista 100 Kilometri ma non conta nulla visto l’evento che azzera distanze e accende entusiasmi.
“Claudia Gervasini è una giovane studentessa che ha il dono innato della fotografia – sottolinea Nicolò Mannino- e sarà lei la fotoreporter del Parlamento della Legalità Internazionale “.
E se al Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca si lavora senza sosta , in contatto con il Quirinale  per organizzare questo evento tanto atteso dal mondo scuola, anche in casa Parlamento della Legalità Internazionale si tirano le somme di un fruttuoso anno accademico vissuto lo scorso 2015 /2016  e si prepara già la delegazione che domenica 18 settembre andrà a Sondrio.

 ” Siamo onorati di essere stati invitati, come  del resto avviene ogni anno, a vivere con il Capo dello Stato Sergio Mattarella e il  Ministro Stefania Giannini questo momento di crescita e di confronto- sottolinea Salvatore Sardisco- dove la cultura e la creatività trovano massima espressione nell’operato dei nostri figli che sono il presente in un mondo che spesso dimentica che la Scuola è la vera palestra di vita dove bisogna formare i cittadini responsabili che abbiano a cuore la sorte del nostro Paese a partire da quanto  sta scritto nella nostra Costituzione per a salvaguardia della Democrazia. “
 Sondrio, così si prepara a far festa nella festa, a suonare la campanella di un nuovo inizio anno scolastico incoraggiando le aspettative del mondo scuola e principalmente augurando agli studente, alle studentesse, ai docenti e dirigenti scolastici di tutta Italia un anno ricco di entusiasmo, mettendosi in gioco e dando sempre il meglio di sè in una scuola “Palestra di Vita “.

Ti preparerei la cioccolata – Silvia Dal Martello

Tag

, ,

ciococlata

 

TITOLO: Ti preparerei la cioccolata

AUTORE: Silvia Dal Martello

EDITORE: LazyBOOK

TRAMA: Sara e Thomas si incontrano da bambini in una piccola valle dell’Alto Adige, dove lei trascorre le vacanze estive a casa dell’amatissimo nonno paterno e lui vive con la famiglia: entrambi sono “mezzi italiani” e “mezzi sudtirolesi”, perché la mamma di lei è veneta e il papà di lui di origine napoletana. Il loro amore cresce con il tempo, ma alcuni ostacoli li allontanano per anni.
Si incontrano alla morte del nonno di Sara: qui ricomincia la loro storia e, mentre si dipana la matassa delle motivazioni che li avevano tenuti lontani: che fine hanno fatto le lettere di Thomas? Perché Sara sta sempre male?

DICO LA MIA: Una bellissima storia d’amore, una bellissima e rilassante lettura, condita con qualche lacrima, segno che l’autrice ha lasciato il segno. I luoghi (che non conosco) sono ben caratterizzati e dopo la lettura del romanzo ho deciso che andrò a vedere e ‘vivere’ i luoghi dei protagonisti. Sara e Thomas vivono fasi alterne della loro vita, i ricordi della protagonista portano il lettore indietro nel tempo facendo conoscere dettagli della vita dei protagonisti. Importante anche la figura del nonno, che mi ha ricordato un po’ quello di Heidi, un uomo di montagna, piuttosto schivo ma con un gran cuore. Un amore che però non riesce a dimostrare con la parole ma con i fatti (che poi sono anche migliori delle parole), è facile dire “Ti amo”, il difficile è dimostrarlo, e il nonno riesce a colmare qualche vuoto. Un finale fantastico che però non vi svelo.

E tu vuoi parlarci di un libro?

Scrivici sul blog oppure alla mail sorbera.silvestra@libero.it o contattaci alla pagina facebook Sorbera Silvestra Blog

A Leo a Leo a Leolandia

Tag

, , , ,

 

leolandia

L’estate è lunga, per chi come noi decide di non fra frequentare ai figli la scuola estiva ecco che nasce l’esigenza di trovare qualcosa di ‘diverso’ da fare.

Cosa c’è di meglio alloro di un parco come Leolandia?

Bene, ci siamo detti, partimo.

Ed eccoci alla volta del parco divertimenti. Partiamo con cambi e ricambi per Simone (e ci sono serviti visto i tanti giochi d’acqua).

Il parco apre alle 10:oo e chiude alle 18:00 quindi siamo partiti da casa con una ‘mappa’ delle cose da fare, un piccolo promemoria per non girare a vuoto ed è andata bene.

Per prima cosa il Trenino Thomas, immancabile visto che abbiamo tutto di Thomas, fatto il giro, ci siamo avviati verso il tronco, gli adetti misurano il bimbo, devo dire che sono molto attenti, prima di salire c’è un piccolo avvivo “La giostra non è adatta per ci soffre di vertigini”, salgo ugualmente, alla fine riesco a farcela.

Simone si è divertito da matti. Lo stesso con i vari trenini, le zattere, la tigre, molti giochi li ha fatti con il papà, meno fifone, con mamma ha fatto i giochi per i piccoli.

Una giornata di divertimenti a basso costo, se prenoti prima spendi molto poco e anche il pranzo non è male. Cristina D’avena poi ha allietato il nostro pomeriggio con le sue canzoni.

Da rifare.

Leolandia ci vediamo nel 2017.

Tripadvisor elegge Intrappola.to gioco dell’estate

Tag

, , ,

Tripadvisor lo ha eletto gioco dell’estate, primo nella categoria “Giochi e diverimenti”, l’escape room più famosa d’Italia ha conquistato tutti!

Decine le recensioni positive, “eccellente” è la valutazione che domina. “Ottimo diversivo”, “Bellissima esperienza”, “Divertimento puro in perfetto stile spy story” sono solo alcuni dei tantissimi commenti entusiasti che affollano il portale.

 

Ma cos’è Intrappola.to?

Un gioco, entusiasmante, appassionante, immersivo, assolutamente divertente che già l’anno scorso è stato un grande successo ma che quest’anno, complici le oltre 22 aperture su tutto il territorio nazionale, da Torino a Palermo, da Milano a Roma, non lascerà scampo agli amanti dell’avventura!!

A metà tra una caccia al tesoro, un gioco di ruolo dal vivo ed una scena di Saw- L’enigmista (senza sangue però!), Intrappola.TO è un’escape room: rinchiusi in una cella semi-buia, piena di enigmi e con soli 60 minuti per risolverli e fuggire… il perfetto antidoto contro la noia e la monotonia delle calde giornate estive!

 

La squadra (da due a sei giocatori) che si ritrova chiusa in una stanza, ha un’ora di tempo per scoprire indizi, identificare codici, risolvere combinazioni e aprire un lucchetto dopo l’altro per tentare di riconquistare la libertà. Per vincere ci vuole logica, concentrazione, sangue freddo e rapidità di riflessi…

I giocatori sono soli sin dal loro arrivo, e forse questa è una delle caratteristiche che rendono Intrappola.TO diverso da tutti i giochi che avete provato sino ad ora. La porta di ingresso è anonima, niente c’è reception né accoglienza, solo un codice di ingresso inviato via mail dopo l’iscrizione on line.

Un’esperienza ad alto tasso di adrenalina per una serata o un pomeriggio fuori dagli schemi che non lascia delusi… provare per credere!

Forse non ho capito…

Tag

, , , ,

Ieri ho letto alcuni articoli su diversi giornali, ammetto di non aver avuto il tempo di verificare la notizia ma, visto che era riportata da diversi giornali autorevoli faccio una cosa poco deontologicamente e professionalmente corretta e ‘la prendo per vera’.

Allora la notizia sosteneva che i medici NON possono consigliare ai genitori di NON vaccinare i propri figli perchè potrebbero essere radiati dall’ordine dei medici.

Ammesso che sia vero e posto che io ho vaccinato mio figlio e che credo fortemente nella medicina (e ci mancherebbe, senza la medicina e i medici non sarei mamma) mi chiedo: perchè un medico (nello specifico un pediatra) NON può esprimere la sua opinione e consigliare dei genitori sul vaccinare o meno il figlio ma  PUO’ decidere di NON dare a una ragazza (donna) la pillola del giorno dopo (o dei 5 giorni dopo)?

Questa ipotetica ragazza dopo un rapporto NON protetto decide di andare in ospedale e chiedere la pillola del giono dopo, il medico dice NO, questa ipotetica ragazza scopre di essere incita e vuole abortire e magari trova un medico che dice NO.

Ok, pima o poi troverà un medico che dica SI ma comunque io NON capisco perchè esprimere la propria opinione su un vaccino debba essere punita con la radiazione dall’albo e rifiutarsi di aiutare una donna che NON vuole un figlio (o l’idea di un figlo) NON è punibile.

Se qualcosa non mi è chiara illuminatemi.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 559 follower