Recensione de: L’ascesa dell’aristocrazia vampirica di Fabio Rinaldi

index

Oggi vi parlo del romanzo fantasy di Fabio Rinaldi dal titolo L’ascesa dell’aristocrazia vampirica.

Non conoscevo l’autore, quando il testo mi è stato proposto ho accettato di leggerlo soprattuto per curiosità.

Da un lato la voglia di leggere un autore nuovo, dall’altro la spernaza che un fantasy diverso dal solito riuscisse a catturare la mia attenzione.

Bene, ci è riuscito.

Il testo, di quasi 400 pagine non stanca, e sì, capisco che la mole di pagine potrebbe scoraggiare a inizare la lettura o che possiate pensare che in quel mare di parole ci saranno mille ripetizioni o modi per allungare la storia ma non è così.

SINOSSI: Il mondo di Oblivion era popolato da molte razze: Umani, Pelleverde, Nani, Incivili ed Elfi, tutte in lotta per la sopravvivenza. Ma una nuova minaccia incombeva imperiosa, oscura e diabolica. Marius von Haeseler, detto l’Incauto, barone a capo della città di Mesto Rifugio, viene presto soppiantato dal vincitore del torneo da lui organizzato: Ilnur Volkov, vampiro. Il suo nuovo regno “forniva la possibilità di vivere, se si fossero rispettate le sue leggi, e se ognuno non si fosse intromesso in affari che non gli riguardassero. E così l’aristocrazia vampirica ne uscì rafforzata, pronta a costruire le basi verso future mire espansionistiche”. Battaglie cruente, terrore e devastazione, le città pian piano caddero in mano ai vampiri. Ilnur vinceva sempre.

Nel romanzo sono ben delinate le varie fazioni che rappresentano la battaglia ma, cosa molto diversa dal solito dai vari fantasy che ho letto, è che questa volta non è il bene a dover vincere per forza. Senza svelare il finale e senza aggiungere particolari che possano raccontate troppo, credo che l’autore, tramite i protagonisti del tutto immaginari del romanzo, abbia voluto raccontarci i giorni nostri scendendo nei particolari. L’arrivismo, la voglia di comandare, l’odio, i tradimenti (anche di sangue) sono tutte tematiche che ci toccano da vicino e che, inserite in un romanzo fantasy, lasciano a bocca aperta.

 

 

 

 

“Abbi cura di me” il nuovo romanzo di Anna Loveangel

anna

Oggi vi presento l’utimo lavoro di un’autrice che mi piace molto.

Stiamo parlando di Anna Loveangel e del romanzo “Abbi cura di me”.

Ecco a voi qualche dato:

Autore: Anna Loveangel

Titolo: Abbi cura di me

Pagine: 200

Genere: romance

Formato: ebook, cartaceo

Prezzo ebook: 0.99

Prezzo cartaceo: da definire

Editore: Self publishing

Disponibile: Amazon e KU

Data pubblicazione: 28/01/2020

Sinossi:“E tu ci credi nelle favole? Credi in quelle storie che ti hanno accompagnato negli anni più belli della tua vita? Forse adesso non ci credi più, ma sappi che nel mondo esiste un luogo che è il contenitore, lo scrigno di tutte le favole più belle del mondo. Sappi che se un giorno andrai in quel luogo tutta la tua vita cambierà. E il tuo cuore imparerà ad amare in modo diverso.”

Luce quelle parole le ricordava sempre, erano il pensiero più reale che aveva di sua madre. Un ricordo che era diventato di vitale importanza, a tal punto di visitare quel luogo: Disneyland almeno una volta all’anno. A tal punto da voler lavorare lì.

I colloqui iniziali erano stati un gioco, poi il sì, ed era partita la sfida con se stessa. Ce l’avrebbe fatta? Quel sogno sarebbe diventato suo?

Disneyland era il luogo dove tutto diventava possibile. I sorrisi, le persone, la gioia. E lei ci era riuscita, era parte di quel luogo, parte integrante dei sorrisi dei bambini.

Lei una principessa e lui un principe nel lavoro, ma non nella vita. Etienne era un tipo strano, che non si legava e non parlava molto di sé. Un po’ folle, fuori di testa e portatore sano di sorrisi. Lui che aveva avuto un passato burrascoso, lui che non conosceva la parola amore, conosceva l’amore per Disneyland Paris. Ma quando incontrò quella principessa, l’asse terrestre si spostò e qualcosa cambiò, inevitabilmente.

Luce ed Etienne due cuori spezzati da una vita, un luogo e un lavoro in comune e… qualcosa che solo una favola può raccontare.

 

Presentazione: Lo scrigno di Pandora di Melissa Spadoni

COVEREBOOK

Vi presento il nuovo libro di Melissa Spadoni che uscirà domani.

Titolo: Lo Scrigno Di Pandora
Sottotitolo: La Profezia
Volume: 1
Autore: Melissa Spadoni
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 395
Data di Pubblicazione: 22 Gennaio
Prezzo ebook: Dal 22 al 24 a 1€ poi 2,99€
SINOSSI: Quanto speciale può essere una ragazza? La mia amica Rainbow, sta per scoprirlo, temo. Già era convinta di essere fuori dal comune, con i suoi poteri empatici e i suoi occhi bicolore, ma presto capirà che l’universo ha in serbo per lei ben più di
qualche piccola peculiarità.
Cioè, già ha me come super-miglior-unico amico… Milo. Un fantasma bellissimo e super affascinante, e questo basta e avanza per renderla la persona più speciale del mondo. Ma vogliamo considerare tutto quello che le sta per accadere?
Cosa, vi starete chiedendo voi! Tsk! E io mica ve lo vengo a dire, altrimenti
non comprerete il libro, giusto? Tuttavia vi annuncerò che avrà a che fare con
uno scrigno molto, ma molto importante. Tenete bene a mente questo
dettaglio. Uno scrigno. E poi sarà tutto quanto molto pieno di Streghe,
Stregoni, magia, Wiccan, Oracoli, Guardiani, maschi belli, arroganti e
impossibili, ormoni bricconcelli, destini ineluttabili, misteri, segreti e bugie…
molte bugie e tantissimi misteri… insomma! Non manca nulla, dico bene?
Pertanto, cosa aspettate a leggerci?
E poi, ne vale davvero la pena, perché la mia Bow è la ragazza più favolosa
che esista al mondo. O la più sfortunata, dato quante cose le stanno per
succedere. Punti di vista, immagino!
Detto ciò, buona lettura. E se tutto questo non è servito a convincervi… allora
nemmeno a me interessa conoscere voi, tsk!
Bisous bisous… Milo.

Palermo: Il Linguaggio della Legalita

Oggi i giovani studenti del Parlamento della Legalita’ Internazionale e Multietnico si ritroveranno presso la Sala “Piersanti Mattarella ” all’Assemblea regionale Siciliana- Palazzo dei Normanni per riflettere sul tema “Il Linguaggio della Legalita’ e della bellezza dalla terra di Sicilia altre il Mediterraneo”.Introdurra’ i lavori il professore Nicolo’ Mannino, presidente del Parlamento della Legalita’ Internazionale insieme al vice Salvatore Sardisco. Al tavolo della presidenza anche l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione e formazione roberto Lagalla il quale firmera’ con il movimento interconfessionale e apartitico un protocollo di intesa culturale al fine di condividere il progetto formativo culturale “Ricercatori dell’Alba ” gia’ consegnato a Papa Francesco . Arriveranno studenti da diversi Comuni della provincia palermitana e anche dal catanese con alcuni Baby sindaci e gli “Ambasciatori di Vita ” del Parlamento della Legalita’ Internazionale . ” Iniziamo cosi- dice Nicolo’ Mannino- la settimana di preghiera dell’Unità dei Cristiani scegliendo un luogo Istituzionale per cantare la bellezza della Vita e della bellezza in chiave interconfessionale partendo dai sogni dei piccoli e di chiede e invoca un mondo piu’ vero e piu’ umano”.

TORINO. SCIENZA IN CUCINA. DARIO BRESSANINI, IL DIVULGATORE SCIENTIFICO DEL WEB, A GIOVEDI’SCIENZA

Può la scienza essere social? A GiovedìScienza, il 16 gennaio, arriva Dario Bressanini, lo scienziato con la passione per la cucina, tra i più famosi divulgatori scientifici del web!

Con un profilo Instagram con 200 mila follower, un canale YouTube seguito da 363 mila persone e un popolarissimo blog “Scienza in Cucina”, Bressanini, come ama definirsi online, “il vostro amichevole amico di quartiere”, si occupa online di parlare di scienza applicata al mondo del cibo e della cucina, sfatare i falsi miti e rendere la scienza alla portata di tutti.

 

Per la prima volta a Torino, dal palco della più famosa rassegna scientifica torinese, Dario Bressanini parlerà dei segreti della cucina, che per i non addetti, ma forse anche per i cuochi professionisti, ha qualcosa di magico. Può regalare piccoli miracoli a partire da pochi, semplici ingredienti. Ma la cucina, come la scienza, è fatta di numeri, strumenti, metodi e esperimenti. Ne verranno quindi svelati i trucchi, motivando scelta degli ingredienti e tempi di cottura, verranno spiegati i processi fisici e chimici alla base dei nostri piatti preferiti e le reazioni chimiche che avvengono dentro forni e padelle. Al pubblico verrà raccontata la chimica di bistecche, verdure e bignè mescolando ricette e spiegazioni scientifiche. E come accade per i fenomeni naturali, conoscere il perché delle cose non toglie niente alla meraviglia.

 

Scienza in cucina, così come tutti gli incontri in programma al Teatro Colosseo verrà tradotto in LIS, la Lingua Italiana dei Sordi. Un progetto che GiovedìScienza propone in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi, al fine di rendere questa rassegna ancora più inclusiva, perchè la scienza è e deve essere di tutti!

 

Dario Bressanini

Chimico, docente universitario, scrittore, divulgatore scientifico e… influencer! Collabora con la rivista “Le Scienze”, tra le sue pubblicazioni: “Ogm tra leggende e realtà”, “Pane e bugie”, “Le bugie nel carrello”, “La scienza della pasticceria”, “Contro Natura” (con Beatrice Mautino), “La scienza della carne” e il suo ultimo lavoro “La scienza delle verdure”.

 

La trentaquattresima edizione di GiovedìScienza è  il luogo dove pubblico e protagonisti della ricerca scientifica si incontreranno, per approfondire e dibattere sui grandi temi di attualità e le principali tappe del progresso scientifico. Dal passato che ci racconta l’emergenza climatica dei nostri giorni al calo demografico in atto nel nostro Paese, dalle neuroscienze alla cardiochirurgia, dalla chimica del cibo allo sconfinato mondo dei microrganismi sulle piante. Dalla storia della scuola veterinaria piemontese, la più antica in Italia, a una storia fatta di macchine, uomini e buone idee: l’informatica nata a Ivrea.

11 le conferenze in programma, più due appuntamenti dedicati alle scuole. Tre le location che ospiteranno la rassegna: il Teatro Colosseo, l’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università di Torino e l’Aula Magna “Giovanni Agnelli” del Politecnico di Torino.

Lo chef stellato MARCO SACCO e l’imprenditore MATTEO MORELLO a febbraio inaugurano a Saluzzo (Cuneo) il nuovo ristorante CASTELLANA SAN GIOVANNI

Dopo il successo del prestigioso Castellana Restaurant a Hong Kong, lo chef stellato Marco Sacco e l’imprenditore Matteo Morello tornano a giocare in casa con la formula vincente dell’alta cucina piemontese. Il loro nuovo ristorante si chiamerà CASTELLANA SAN GIOVANNI e aprirà a febbraio 2020 a Saluzzo (Cuneo) in una location unica che rappresenta uno dei più prestigiosi patrimoni storici italiani: l’antico monastero di San Giovanni.

Si tratta di un ambiente suggestivo risalente al XV secolo capace di evocare atmosfere cariche di storia e di bellezza. Una splendida volta a botte con mattoni a vista collocata proprio sotto alla splendida Chiesa di San Giovanni, accoglierà gli ospiti che potranno apprezzare una cucina raffinata e permeata di passione, esperienza e innovazione, con una cura estrema alla qualità delle materie prime. L’accesso al ristorante durante il giorno permetterà la visita, a chi lo desidera, dell’incantevole chiostro gotico della chiesa, alla sala per conferenze ed eventi “Antico Refettorio dei Frati”, luogo culinario dal 1400, o di usufruire del già esistente Hotel de Charme San Giovanni Resort.

“Il territorio di Saluzzo offre prodotti di alta qualità agroalimentare, afferma Matteo Morello, e l’obbiettivo di Castellana San Giovanni sarà proprio quello di portarli in tavola valorizzandoli attraverso la rinomata cucina dello Chef Marco Sacco. Per me è una grande emozione, dopo anni di esperienza all’estero poter tornare a investire nel mio Paese e nel mio territorio con questo nuovo ristorante che spero possa diventare un punto di riferimento per l’alta cucina piemontese e non solo”.

“Da Hong Kong dove la migliore rappresentazione dell’alta cucina piemontese è stata apprezzata da un pubblico internazionale e sempre affamato di novità, la sfida di Castellana arriva a Saluzzo, città che ha ispirato e continua a ispirare la mia cucina e il progetto imprenditoriale di Matteo, afferma Marco Sacco. Una tappa importante, che rappresenta l’inizio di un percorso ben più ampio. Vogliamo infatti replicare il modello Castellana nelle grandi città del mondo”.

Pochi piatti, ricchi di contenuto, racconto e cultura. Tutto in chiave contemporanea, ma ben immerso nelle radici di quel territorio ai piedi del Monviso. L’idea dello chef è appunto quella di valorizzare l’immenso patrimonio culinario che va dalle valli del Monviso, del Po e del Varaita, fino alle valli Grana e Maira, culle del Castelmagno e del Grana. In pianura si trovano invece, i migliori allevamenti di bestiame con le loro carni e prosciutti d’eccellenza made in Cuneo. Per finire, i pesci dei fiumi delle valli del saluzzese, che fanno parte della tradizione culinaria del territorio, cifra distintiva dello chef. Barolo e tartufo? Immancabili.

 

 

Il menu, da vivere in un percorso di 7 piatti, si accompagnerà non solo al repertorio dello storico ristorante Piccolo Lago (“Piccolo Lago a Saluzzo”) con piatti iconici come il Flan di Bettelmatt, la Trota, Aglio nero o la Carbonara au koque, ma andrà ad aggiungere l’esperienza di Piano35, il ristorante più alto d’Italia, dove lo chef ha messo a punto per i suoi ospiti un viaggio gustativo che reinterpreta la migliore tradizione piemontese dal Vitello tonnato ai Ravioli di Torino. Prendendo sempre spunto dal format di Torino, al Castellana San Giovanni sarà disponibile per il pranzo un menu bistrot con piatti alla carta, presenti anche nella proposta serale come alternativa ai percorsi.

Ad affiancare lo chef in questa seconda avventura, Enrico Degani, già Executive chef al Castellana di Hong Kong, giovane talento piemontese con un curriculum denso di esperienze internazionali, che dirigerà i giochi in cucina con l’obiettivo di replicare il successo del format asiatico.

Il nome Castellana prende ispirazione proprio dalla maschera femminile tipica del Carnevale di Saluzzo, paese di origine di Matteo Morello, e intende rappresentare il forte legame con questo territorio e con le sue tradizioni popolari. A far parte del team del nuovo progetto anche l’imprenditore saluzzese Gianfranco Devalle.

L’ingrediente essenziale di Maria Grazia Nieli

copertina

Oggi vi presento il romanzo di Maria Grazie Nieli dal titolo L’ingrediente essenziale.

Trama: Emma è una ragazza che antepone la testa al cuore. Cresciuta con la madre e la nonna ha ricevuto un’educazione femminista. Attorno a lei ruotano le sue due amiche Momo e Marta con due personalità contrastanti e un obiettivo comune: la ricerca dell’uomo giusto. Dopo i loro continui fallimenti amorosi, Emma decide di mettere nero su bianco una sorta di decalogo volto a salvaguardare le donne dall’amore non corrisposto. Per fare ciò si trasferisce nella vecchia casa di campagna della nonna dove ha trascorso tutte le estati da quando ne ha memoria. È proprio in questo luogo che tutto ha inizio. Una serie di incontri e scontri che metteranno in dubbio le sue convinzioni. Cercherà di districarsi tra i ricordi che ancora la legano a Federico. Ma le cose si  complicheranno quando Emma inciamperà nei profondi occhi scuri di un uomo misterioso. Un viaggio a ritroso nei sentimenti, un intreccio tra passato e presente alla ricerca di risposte dove il fil rouge è l’amore, l’ingrediente essenziale che arricchisce e muta il sapore delle cose e delle persone.

L’Autrice: Maria Grazia Nieli è nata a Noto il 20 Agosto 1988. Vive a Catania dove ha conseguito la Laurea in Scienze per la Comunicazione Internazionale. Le sue passioni sono la lettura, la scrittura e la cucina. Nel 2016 scrive il suo primo racconto breve “Tepore freddo”. Nel 2019 pubblica per la prima volta su Facebook il racconto breve “Vento di scirocco” sulla pagina Racconticon.

 

Questa è l’ultima segnalazione del 2019, vi auguriamo buone feste e splendide letture.

Gran successo per il Gran galà della Cultura e della solidarietà

Una serata che passa nella Storia, quella appena conclusasi con grande successo a Monreale in occasione del Gran Gala’ della Cultura e della Solidarietà. Una festa, curata nei minimi particolari dal Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco ( rispettivamente presidente e vice presidente ) con il supporto e l’incoraggiamento del Generale di Corpo d’Armata Carmine Lopez Generale Interregionale della Guardia di Finanza dell’Italia Sud/Occidentale e Presidente Onorario del movimento . Un evento singolare vissuto da tanti “amici “arrivati dalla provincia palermitana. agrigentina, dal catanese e anche da Messina. Un grande applauso ha accolto il messaggio pervenuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dalla Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. In prima fila la Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei deputati Renata Polverini, il Generale di Divisione della Legione Carabinieri regione Sicilia Giovanni Cataldo, il Procuratore Generale della Procura di Caltanissetta Lia Sava, il già Rettore della Facolta’ di Giurisprudenza di Palermo Antonio Scaglione, che ha ritirato la pergamena del “Premio Memorial dedicato al padre Pietro Scaglione” uno dei primi “Uomini di Legge ” vittima di mafia nel 1971. Forte l’appello a essere “Uomini e donne di speranza – ha sottolineato il Procuratore Sava- credendo fortemente nei principi della pace, dell’accoglienza e della giustizia “. Presenti nella Chiesa degli agonizzanti, una nutrita delegazione di giovani studenti del Parlamento della Legalità Internazionale /Multietnico coordinati dalla dirigente scolastica Patrizia Abate. Studenti e docenti del “Basile ” di Monreale , la dirigente scolastica Beatrice Moneti con una delegazione di studenti dell”A. Veneziano “, il Colonnello della Caserma “Turba ” con due suoi collaboratori Franco Cireddu Tanti gli amministratori comunali arrivati da Caccamo, Terrasini,Menfi, tutti insieme per dimostrare affetto e ammirazione al cammino culturale che il parlamento della legalità internazionale svolge da Monreale, dove vi è la sede di presidenza, e da qui in diverse città d’Italia. ” E’ una gioia-dicono Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco- cogliere tanto incoraggiamento e tanti affetto che arriva da diversi luoghi della nostra sicilia e non solo. Adesso ci prepariamo ad andare al Cairo per incontrare gli esponenti di Governo e proporre l’insediamento di una Ambasciata del Parlamento della Legalità Internazionale a favore di una cultura concreta di pace, fratellanza e integrazione”. La serata si è conclusa con una cena di fraternità presso il “Giardino degli Aranci “, sempre a Monreale.

Tiziana Cazziero: Tutta colpa del Natale

COVER

Mancano pochi gioni al Natale allora vi presento un libro che in questo periodo dovete leggere.

Tutta colpa del Natale, di Tiziana Cazziero, io ho iniziato la lettura e nei prossimi giorni vi lascerò la recensione….

 

Titolo: Tutta colpa del Natale
Autrice: Tiziana Cazziero
Genere: romance di natale
Formato ebook prezzo promozionale per l’uscita € 0,99 fino al 6 gennaio
Formato cartaceo € 7,20
Pubblicazione: 8 dicembre
Trama
Sei il regalo di Natale che aspettavo da tutta la vita.
Ginevra è una siciliana trasferita a Milano per inseguire un sogno, dopo alcuni anni torna a trascorrere il periodo delle feste natalizie nella sua città, ma lì la aspettano novità inattese, belle e altre meno, ma soprattutto incontrerà l’amore.
Manuel è fuggito da un malcontento famigliare, incontra sulla sua strada Ginevra, ma per lui non è un’estranea, ma l’amore che tanto aspettava.

L’autrice
Tiziana Cazziero è una bookblogger, legge e recensisce nei social network e nel suo blog i libri che accompagnano le sue letture. Collabora con diverse redazioni online da quando ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2011. Ha un canale youtube e uno IGTV su Instagram, si dedica al mondo editoriale e alla scrittura. Ha pubblicato 2 romanzi per la linea digitale Youfeel di Rizzoli: E tu quando lo fai un figlio? una storia tratta dalla sua vicenda personale e Quell’amore portato dall’Africa. Vive a Siracusa, ha una bambina, un compagno e un cane. La trovate su Instagram e Facebook.
Le altre pubblicazioni sono:
– E tu quando lo fai un figlio? Luglio 2016 Rizzoli Youfeel
– Quell’amore portato dall’Africa, Rizzoli Youfeel
– Blogger e autore, la mia verità sul mondo social
– L’ultima Notte (Ex Delos -senza sfumature seconda edizione self da marzo 2018 )
– Sensazioni dell’anima
– Ritrovarsi, la forza dell’amore – Ritrovarsi, passione inaspettata
– Patto con il vampiro
– Sonia, il ritorno della strega (secondo volume saga strega che splende)
– Elena, la strega guerriera Terzo e ultimo libro della saga Strega che Splende
– Il coraggio d’amare
– Maya, angelo del mio cuore
– Ha curato l’antologia benefica a favore dell’AIRC A Natale ti regalo l’amore
– Parliamone Social, un ebook dove l’autrice parla della sua esperienza di blogger e presenta alcune uscite editoriali e diverse interviste agli autori.
– Amore Tormentato, un romance drammatico suspense. Argomento, la violenza sulle donne. Giugno 2016
– Christmas in love collection Romance (raccolta di tre racconti)
– Io, lui e il Bebè. Sequel di “E tu quando lo fai un figlio”. Racconto self.
– Meglio soli ma non troppo! Febbraio 2017 opera scritta a quattro mani con la collega e amica Tiziana Iaccarino.
– Proibito amarti. Maggio 2017
– Marito in affitto. Luglio 2017.
– Maledetta. Novembre 2017.
– Social In Love febbraio 2018
– Happy Summer Collection luglio 2018
– Elena, la strega guerriera (saga fantasy terzo volume).
– Strega che splende. Trilogia: La saga completa. 3 volumi insieme. Settembre 2018.
– Ethan. Novembre 2018.
– Proibito Volerti. Maggio 2019.
– Collection di Ben e Cassandra. 2 libri, duologia, in un solo libro. Giugno 2019.
– Parliamone. Un ebook che raccoglie interviste e articoli di vario genere tratto dal mio blog.
Contatti
voltarepagina77@gmail.com
La trovate su Facebook e nei social
https://tizianacazziero.com/
https://www.facebook.com/tiziana.cazziero
https://www.facebook.com/groups/708859009259044/

https://plus.google.com/u/0/109939098282827996547
https://www.linkedin.com/profile/preview?locale=it_IT&trk=prof-0-sb-preview-primary-button
https://www.instagram.com/tizianacazziero/
https://www.youtube.com/channel/UCkzNtVUy6ocODK3pbBxViKg?view_as=subscriber

TEDxTORINO WOMEN. Donne straordinarie, tra Palm Springs e Torino

Torino risponde alla call mondiale TED e, anche grazie a oltre 60 volontari, si unisce a centinaia di città internazionali in un grande evento che connetterà milioni di persone in giro per il mondo. Da Palm Springs a Toronto, da Tokyo a Torino, quest’anno il filo conduttore degli interventi sarà BOLD+BRILLIANT: donne sorprendenti che, puntando sulle proprie esperienze e sugli straordinari risultati raggiunti, mostreranno il lato più fiero e brillante del genere femminile.

 

A Torino Sabato 14 Dicembre 4 straordinarie donne italiane si alterneranno a 6 talk internazionali in arrivo direttamente dal TEDWomen di Palm Springs sul palco del Mirafiori Motor Village.

 

Intelligenti, brillanti, audaci e coinvolgenti le 4 ospiti di TEDxTorino Women arrivano dal Piemonte, perché l’intento del direttore artistico di TEDxTorino, Enrico Gentina, è proprio quello di valorizzare le nostre eccellenze in rosa puntando su di loro gli occhi del mondo. Un intervento di massimo 10 minuti per raccontare, alle 300 persone in sala e a tutti coloro che seguiranno l’evento in streaming, dieci “idee che meritano di essere condivise” – “ideas worth spreading”, permettendo di guardare al presente ed al futuro attraverso una prospettiva diversa e del tutto femminile.

A salire sul palco di TEDxTorino non sono necessariamente persone famose, ma grandi donne che, ciascuna nel suo ambito, stanno cercando di cambiare il mondo:

Silvia De Francia è ricercatrice dell’Università degli Studi di Torino e da anni è impegnata nello studio della farmacologia di genere. Medicine, posologie, cure sono diverse per uomini e donne? Lo sapevate?

Paola Giacomini è una viaggatrice seriale, una sognatrice alla quale un colpo di fulmine ha cambiato la prospettiva. Dalla Turchia alla Mongolia, dalla Sacra di San Michele a Santiago de Compostela, la pace si costruisce passo passo.

Francesca Paini è una donna con una grandissima passione per la cooperazione e lo sviluppo locale: da sempre si occupa di welfare e da alcuni anni anche di comunicazione in case editrici cooperative e periodici nonprofit. A TEDxTorino Women parla della Costituzione del Futuro in quanto bisogno del presente: perché certe volte per capire l’oggi bisogna immaginare il domani.

In un momento in cui la salvaguardia del pianeta è un tema cruciale in tutto il mondo una torinese che su questi temi lavora da anni, Emanuela Barbano, ci offre un particolare punto di vista e ci racconta le soluzioni.

 

Per questo appuntamento internazionale TEDxTorino ha scelto il Mirafiori Motor Village, il più grande flagship store del Gruppo FCA in Europa. Concepito e inaugurato nel 2006 come spazio polivalente, da sempre il Mirafiori Motor Village è un punto di riferimento nella vita culturale della città e porta avanti il suo impegno culturale in un’ottica di costante dialogo con il territorio torinese e con gli eventi che vi si svolgono.