Sabato 15 giugno SOLETERRE e DANZACOLCUORE tornano con lo spettacolo “Danzacolcuore per farti felice”

Insieme da oltre 10 anni, Fondazione SOLETERRE e la scuola di danza DANZACOLCUORE tornano in scena con lo spettacolo di danza DANZOCOLCUORE PER FARTI FELICE al Teatro della Luna di Assago (via Giuseppe di Vittorio, 6 – inizio spettacolo ore 19.45 – per informazioni e biglietti tel. 0248751107 – info@danzacolcuore.com o presso la sede di Danzacolcuore). L’evento sarà presentato da Paola Rota.

 

Anche quest’anno, Soleterre allestirà all’interno del foyer del teatro uno stand attraverso cui sarà possibile donare per sostenere la campagna Grande contro il cancro, attualmente attiva in 5 Paesi, compresa l’Italia (Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda).

 

Danzocolcuore Per Farti Felice”, sotto la direzione e regia di Walter Panzetti e con le scenografie di Tiziano dell’Acqua, è un evento benefico che vede la scuola DANZACOLCUORE e Fondazione SOLETERRE insieme per raccogliere fondi in favore dei bambini e adolescenti malati di cancro e le loro famiglie. Grazie ai fondi raccolti attraverso vari progetti ed iniziative, Soleterre garantisce in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda) diagnosi accurate e tempestive, medicine antitumorali e attrezzature mediche, formazione ai medici e supporto psicologico a favore di oltre 10.000 beneficiari tra bambini malati, familiari e personale sanitario.

 

“L’emozione della danza, lo sguardo luminoso dei bimbi sul palcoscenico – commenta il direttore della scuola Walter Panzetti – noi tutti uniti in un solo Cuore, insieme un poco alla volta donando speranza salviamo noi stessi”.

 

“Grazie a Danzacolcuore abbiamo raccolto 40 mila euro in oltre 10 anni e questo significa che quando si lavora insieme per un periodo medio lungo si vedono i risultati – racconta Damiano Rizzi, presidente della fondazione Soleterre – In particolare attraverso il sostegno alle terapie cellulari vorremmo dare una speranza di una pronta guarigione anche ai bambini con forme tumorali rare e particolarmente aggressive. Speriamo che anche questa prossima edizione sia generosa con il progetto Grande contro il cancro”

 

I fondi raccolti andranno alla campagna GRANDE CONTRO IL CANCRO; attualmente Soleterre sta sostenendo il progetto del Policlinico San Matteo “Cell Factory”, autorizzato dall’AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco, che consiste nella realizzazione di una “banca” di farmaci cellulari antileucemia. Un progetto di ricerca che sta registrando importanti risultati clinici e numerose richieste da ospedali nazionali ed europei.

 

Soleterre è una Fondazione che lavora per il riconoscimento e l’applicazione del Diritto alla Salute nel suo significato più ampio. Oltre a fornire cure e assistenza medica, si impegna per la salvaguardia e la promozione del benessere psicofisico per tutti e tutte, sia a livello individuale che collettivo, a ogni età e in ogni parte del mondo. La prevenzione, la denuncia e il contrasto delle disuguaglianze e della violenza, qualsiasi sia la causa che la genera, sono parte integrante dell’attività di Soleterre: perché “Salute è giustizia sociale”.

Annunci

L’evoluzione del benessere è pronta a Torino

IMG-20190611-WA0002

Siete pronti per la prova costume?

No!

E allora che aspettate! A Torino aprirà tra pochi giorni una nuova palestra.

Starete pensando: Ah ecco, una nuova palestra, che novità.

E invece è una novità.

Prima cosa è gestista da una giovane coppia di sportivi che ama il benessere, il corpo e la forma fisica, due giovani preparati e attenti ma non solo a “farvi perdere peso” ma a farvi (farci) stare bene.

In palestra, oltre a istuttori qualificati, troverete modelli personalizzati e la possibilità di accedere al metodo EMS certificato.

La nuova attività sarà un luogo del benessere a tutto tondo, darà sollievo alle vostre articolazioni e cercherà di risolvere i vostri problemi di schiena.

Ma non solo.

Avete poco tempo? Non c’è problema!

Con gli allenamenti e la professionalità di questi giovani istruttori bastano venti minuti di allenamento che equivalgono a tre ore di palestra.

Insomma una roba così non si era ancora vista.

Io sono pronta e voi?

Allora ci vediamo in piazza Graf 128 a Torino, dove altrimenti!

MONREALE– PRETE “ANTICAMORRA ” NEL PARLAMENTO DELLA LEGALITA’ INTERNAZIONALE

Don Luigi Merola, battezzato dalla stampa il “prete anticamorra ” , volto noto delle Tv nazionali che spesso lo ospitano per lanciare un forte monito contro ogni forma di violenza, prossimamente sarà a monreale al fianco di Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco ( rispettivamente presidente e vice del parlamento della legalità internazionale ) a conclusione della grande festa che chiude le molteplici iniziative dell’anno accademico 2018/ 2019 inaugurato lo scorso 24 ottobre a Montecitorio , giorno memorabile perchè la mattina vi è stato l’incontro con Papa Francesco al quale Nicolo’ Mannino ha consegnato il progetto formativo culturale “Ricercatori dell’Alba ” mentre salvatore Sardisco il libro nato in casa parlamento della legalità internazionale dal titolo “Profeticamente Scomodi “. Don Luigi Merola sarà a monreale, quindi, sabato 22 giugno per partecipare alla chiusura dei lavori e sancire un rapporto oltre che di evangelizzazione e di amicizia anche di impegno culturale tra l’associazione da lui fondata a Napoli “A Voce de Creature ” e il Parlamento della legalità Internazionale. “La presenza dell’amico Luigi – dice Nicolo’ Mannino- ci vede fortemente uniti in una intesa culturale che va oltre ogni forma di retorica: avere con noi , accanto a noi, vicino a noi, il mega esercito di bambini, adolescenti e giovani che sanno dichiarare guerra all’odio all’illegalità alla corruzione che purtroppo continua a dilagare oggi piu’ di prima. Il futuro libero da violenza non si sogna- conclude Nicolo’ Mannino- ma si costruisce con dedizione e ferma volontà di non vendersi al “mafioso ” di turno ma rimanere con la schiena diritta e volto libero “. Grande è la stima e l’amicizia tra Don Luigi Merola e il Parlamento della Legalità Internazionale , tantè che il prete napoletano che quotidianamente strappa i bambini dalla strada dalla mano della camorra, ha per due anni omaggiato le magliette che inneggiano alla via realizzate dal parlamento della legalità internazionale durante i due “Festival della Gioia e della Legalità “. Per Salvatore Sardisco “La partecipazione di Don Luigi alla nostra manifestazione conclusiva è un modo fortemente credibile per coniugare grido del Vangelo che libera i cuori dall’arroganza e dalla cattiveria e dal fiato a un inno di libertà e di bellezza che raggiunge i piccoli e quanti credono in presente di puro riscatto da ogni forma di soppruso e di indifferenza”: A dare il Benvenuto a don Luigi Merola ,sarà Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e guida del movimento che da sempre ha espresso affetto e stima verso il sacerdote “anticamorra “amico e sostenitore delle iniziative culturali nate in casa parlamento della legalità internazionale.

DA MONREALE A PALMA DI MAIORCA: L’ECCELLENZA PREMIA IL PARLAMENTO DELLA LEGALITA’ INTERNAZIONALE CON GIULIANO DI MATTEO N

Un dialogo costruttivo, ricco di buoni propositi e tanta voglia di dare il meglio di se per far conoscere talenti ed eccellenze che nel nostro Paese spesso si fa fatica a far sapere quanto un uomo vale e cosa riesce a fare per la collettività. E cosi il confronto tra Giuliano Di Matteo , che il prossimo 15 giugno sarà insignito del ruolo di “Ambasciatore del Made in Italia ” da George Guido Lombardi ( consigliere del Presidente degli Stati Uniti Donald Trumpe Presidente del Premio eccellenza Italiana giunta a Washington DC alla sesta edizione dove un segno di riconoscimento per il settore cinematografico sarà consegnato alla giovane stella esordiente del cinema Denise Sardisco ) e il Parlamento della Legalità Internazionale sposano un sodalizio di obiettivi e finalità che fanno ben sperano nel definire tutte quelle “eccellenze ” che brillano di luce propria nel firmamento del talento e delle capacità nel dare proprio il meglio di se a partire dal talento inato che una volta conosciuto sa sbocciare bene ovunque si trovi. “Ed è proprio il caso- sottolinea Nicolo’ Mannino- della bella personalità di Giuliano Di Matteo che a Palma di Maiorca è un punto di riferimento del mondo turistico e non solo proprio per aver dato vita a cinque locali intrecciando in una panoramica di eleganza e qualità la cucina locale con quella italiana e nello specifico pugliese”. Prossimo “Ambasciatore del Made in Italy” Giuliano Di Matteo ha già pronto un attestato di riconoscimento a firma del presidente del parlamento della legalità Nicolo’ Mannino che non ha escluso la sua visita a Palma di Maiorca dove potrà creare un gemellaggio culturale e quindi insediare con Giuliano Di Matteo l'”Ambasciata del buon Gusto Made in Italy ” invitando e proponendo quanti si recano in questa isola a fare tappa nei locali prestigiosi, raffinati, eleganti e molto “appetibili ” del Di Matteo ” al fine di respirare anche in questa terra quel “fresco profumo italiano ” che premia un pugliese doc , un uomo che pur superando – precisa Nicolo’ Mannino- tanti sacrifici- è riuscito a creare un’oasi del buon gusto, di una accoglienza familiare con prodotti di eccellenza “. Il binomio Giuliano DI Matteo e Nicolo’ Mannino, con tutto cio’ che rappresentano hanno il comune un semplice ma incisivo obiettivo: Incoraggiare le menti raffinate, gli uomini caparbi e limare i caratteri piu’ decisi al fine di portare in altre nazionalità e non solo il meglio che abbiamo in “casa nostra ” divenendo un “faro di luce ” che sa di produttività di qualità e di professionalità. E mentre Palma di Maiorca , grazie a Giuliano e Riccardo Di Matteo , si prepara ad accogliere il presidente del parlamento della legalità internazionale Nicolo’ Mannino, la collaborazione con la sede di presidenza di questo movimento ( che si trova a Monreale , nella splendida città arabo normanna ) diventa sempre più forte e incisiva poichè i fratelli di Matteo ( Giuliano e Riccardo ) credono fortemente nei sani principi dello sviluppo della condivisione e del dialogo che vede principalmente i giovani mettersi in gioco e far sapere al mondo intero che la qualità e conoscenza del loro talento portano benefici anche se non sono esclusi i sacrifici e il mettersi in gioco. “A Giuliano Di Matteo- conclude Nicolo’ Mannino- l’augurio di continuare a crederci sempre in vista del premio che lo attende , ovviamente meritato.”

CINQUE RELIGIONI DIVERSE IN CASA PARLAMENTO DELLA LEGALITA’ INTERNAZIONALE

Un evento che passa alla storia, uno di quelli che dà forza e credibilità al cammino culturale intrapreso da anni dal parlamento della legalità internazionale. Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco (presidente e vice presidente del movimento interconfessionale e interreligioso ) ci hanno sempre creduto “parlare al cuore di tutti e far comprendere che l’amore e la solidarietà non hanno confini ne steccati di ideologie”. Con loro ci ha sempre creduto, tanto che ha benedetto il cammino riconoscendo la missionarietà dell’agire, mons. Michele Penisi Arcivescovo di Monreale e guida spirituale del parlamento della legalità internazionale ..A dare concretezza al dialogo interconfessionale ci ha cosi pensato Adelifo Fasoli, valido collaboratore di presidenza che a Verona ha tessuto i legami per dare vita all’Ambasciata dell’Amicizia e del dialogo. E cosi Sabato 29 giugno nella Moschea dell’imam di Verona ( Comune con il quale il parlamento della legalità internazionale ha firmato lo scorso anno un protocollo di intesa culturale ) ben cinque professioni di fedi firmeranno la pergamena dell’Ambasciata e una di queste arriverà direttamente a Papa Francesco. A firmare sono esponenti della religione Ortodossa, Cristiana, Musulmana, Ebraica, Buddhista. Già è stato avviato il primo confronto e dialogo e tutti e cinque stanno apponendo la firma sul foglio A3 che richiama due braccia che sono oltrepassate da un arcobaleno con i mignoli che si uniscono. Il disegno nasce dalla creatività dell’artista e docente di architettura Antonio Caputo, Toscano di adozione ma di origine calabra. E’ lui che in stretto dialogo con la presidenza del parlamento della legalità internazionale cura la grafica dei progetti e i disegni delle diverse ambasciate. “E’ meraviglioso- dice Nicolo’ Mannino-accingerci ad incontrare cinque esponenti di religioni diverse uniti nell’unico desiderio ci creare ponti di fraternità e non muri di divisione”. E mentre Adelifo Fasoli continua con professionalià e tanto zelo a dar voce all’evento, Salvatore Sardisco precisa ” E’ un importante traguardo culturale quello che ci vedrà il prossimo 29 giugno a Verona controfirmare una pergamena che andrà a cinque esponenti di fede diversa ma accomunati da un solo inno di pace e di fratellanza”.Il plauso piu’ grande è indirizzato ad Adelino Fasoli che in quotidiano dialogo con lo staff di presidenza di monreale aggiorna le fasi delle adesioni e organizza con l’imam l’accoglienza del presidente e del vice a Verona ,città che ha subiuto accolto il parlamneto della legalità internazionale grazie all’assessore Edi Maria Neri, , giudice di “pace ” , donna di grande fede e di un forte impegno culturale a favore dei veri valori della vita che vano oltre le religioni. E Nicolo’ Mannino conclude ” Sento nel profondo del cuore quell’invocazione di Gesu’ verso Dio Padre “Fa che tutti siano una cosa sola”. Noi ci stiamo provando in semplicità di cuore con tenacia e tanta voglia di non far cadere nel silenzio un appello che educa all’amore e alla vita “. Fatti concreti quindi. verona si accinge quindi ad accogliere lo staff di presidenza del parlamento della legalità internazionale e firmare una pagina indelebile di storia, un autentico inno di fede all’Unità.

Un caffè al gusto della legalità

Grande successo il ” Caffe letterario” a gusto legalità presentato e condiviso a Monreale.L’iniziativa nata in casa parlamento della legalità internazionale ha coinvolto alunni e alunne dell’istituto comprensivo “Francesca Morvillo” e “Antonio Veneziano ” due scuole simbolo per le iniziative culturali sul tema del dialogo con il territorio e i temi della educazione alla legalità coordinati dalla dirigente scolastica Beatrice Moneti. Il progetto culturale che gode del patrocinio dell’Assessorato Regionale Pubblica Istruzione e Formazione, ha come ideatrice la docente campana Floriana Nappi, coordinatrice culturale del movimento proprio in Campania , terra che ha già inaugurato diversi caffè letterari da Nola a Scisciano, da Cimitile a Marigliano. A dare il benvenuto nella piazza intorno la fontana del Tritone, a pochi metri dalla cattedrale il presidente del parlamento della legalità internazionale Nicolo’ Mannino , il vice Salvatore Sardisco e il presidente del Circolo Italia Claudio Burgio. Per una intera mattinata studenti e studentesse hanno svolto lezione in piazza interfacciandosi con la cittadinanza, proponendo messaggi chiari e inequivocabili sul tema della fratellanza , pace, legalità,, accogliendo la presenza del sindaco Arcidiacono e di mons. Michele Pennsi, arcivescovo di monreale e guida spirituale del movimento fondato da Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco, il quale ha avuto parole di incoraggiamento e di apprezzamento per l’iniziativa. Presenti anche due figuranti dell’Associazione TEMA – del gruppo storico del “Re Guglielmo”, un tuffo nel passato per richiamare la memoria storica di una bella città di monreale che oggi ospita la sede di presidenza del parlamento della legalità internazionale . Nei tavoli del caffè letterario monrealese gli organizzatori hanno fatto trovare la “Costituzione Italiana”, il vademecum della”scuola trasparente, penne, block notes, cartolina raffigurante don Pino Puglisi e una con la scritta “Tutti i bambini del mondo sorridono nella stessa lingua “. A fare corona all’iniziativa tanti genitori che hanno scattato foto compiaciuti di questa attività cultura innovativa che vede la “cultura- ha detto l’Arcivescovo Pennisi- scendere in piazza, coinvolgere i cittadini e portare loro la ventata del fresco profumo di libertà”. La colazione preparata dai bar della piazza ha poi permesso a tutti di gustare un buon caffè e un ottimo “cornetto ” mentre non sono mancati disegni creati in loco e tanti messaggi di affetto che l’Arcivescovo Michele Pennisi ha portato con se dopo essersi seduto ai bordi della fontana con un “fiume ” di bambini che gli hanno espresso affetto e stima “La scuola palestra di vita è questa- ha detto Nicolo’ Mannino- dove si dialoga, ci si confronta portando in piazza e dinnanzi le chiese / cattedrali la fede alla Vita e l’Amore all’ Infinito “. Salvatore Sardisco ha ringraziato dicendo che “sette anni fa ho intrapreso questo cammino culturale che da tutta Italia ci porta a dare voce ai valori della vita a partire dai banchi di scuola “, mentre la dirigente scolastica Beatrice Moneti ha ringraziato tutti “Docenti e genitori che collaborano – ha detto- quotidianamente per la crescita di questi meravigliosi bambini e adolescenti “. Claudio Burgio ha ricordato la necessita’ di educare la nuova generazione ai valori della fratellanza e della legalità vera con lo sguardo rivolto a chi ha pagato con la vita una cultura di riscatto, mentre il sindaco Alberto Arcidiacono ha plaudito l’iniziativa indirizzando parole di affetto e di gratitudine al mondo scuola che educa alla vera educazione e cittadinanza attiva pilastro saldo per una condivisione di veri ideali a servizio del bene comune.”.Fatti concreti, quindi dove scuola , parlamento della legalità internazionale e circolo culturale cittadino se agiscono in sinergia risvegliano le coscienze ed educano a riscoprire la gioia di essere “comunità che cresce nell’ascolto, nell’agire per dare voce a chi non sempre ha diritto di parola come i piccoli”.

Parlamento della legalità: “ASSESSORE REGIONALE PER UN GIORNO”

Ecco i primi tre vincitori del progetto culturale” ASSESSORE PER UN GIORNO” ideato dal parlamento della legalità internazionale e condiviso e coordinato nei particolari dall’Assessorato regionale alla pubblica istruzione e formazione regione siciliana con l’assessore Roberto Lagalla. Ad accogliere i tre neo” assessori per un giorno”, l’addetto stampa dell’assessore Claudia Giocondo la quale con grande professionalità e zelo ha curate le diverse fasi del progetto,, il segretario particolare dell’assessore Antonio Zito, il presidente del parlamento della legalità internazionale Nicolò Mannino e il vice presidente Salvatore Sardisco . Visibilmente emozionati ma con tanta gioia negli occhi i tre “neo assessori per un giorno ” hanno stretto mani e raccontato la loro proposta culturale stilata fra i banchi di scuola per dare colore e bellezza a questa terra di sicilia che ha tante belle risorse per essere l’isola piu’ bella del mondo. . Si tratta di Annalisa Galati Sardo dell’istituto comprensivo di Maniace prov Catania anni 14, Carlotta Fiore istituto comprensivo di Porto Empedocle prov Agrigento anni 13 e Samuele Scaffidi istituto comprensivo di Sant’Agata di Brolo prov Messina anni 13. “Accompagnati dai docenti di lettere i tre neo assessori hanno conosciuto gli obiettivi e le finalità del nostro movimento- ha detto Nicolo’ Mannino- e ad inizio anno scolastico aderiranno ai progetti culturali che il nostro movimento proporrà su tutto il territorio nazionale. ” Tante foto e tanta emozione tutto per avvicinare i nostri adolescenti ad essere artefici e protagonisti di un presente di pace e di sviluppo del territorio. ” Sono contento di questa iniziativa- ha sottolineato l’assessore regionale alla pubblica istruzione e formazione Roberto Lagalla- spiegando ai presenti riuniti intorno a un tavolo quali sono gli obiettivi e le finalità di un assessorato come questo e il rapporto di stima e di cooperazione che intercorre con il parlamento della legalità internazionale che l’assessore Roberto Lagalla conosce bene e che ha già rilasciato un attestato di riconoscimento da quando era Magnifico rettore dell’Università degli Studi di Palermo . Salvatore Sardisco, in veste di vice presidente del movimento ha omaggiato a Samuele, Annalisa e Carlotta il testo “Peccatori Si, Corrotti Mai”, mettendo al collo di entrambi la collana del tricolore con la medaglia della “vittoria”, spiegando” Ogni forma di violenza si vince con la cultura- ha concluso Salvatore Sardisco- portando sempre il tricolore nel cuore certi che solo così ogni battaglia sarà vinta “: La giornata dei tre “neo assessori per un giorno ” si è conclusa a palazzo d’orleans con l’incontro con il presidente della Regione Musumeci. Questa esperienza sarà vissuta da altri nove studenti di diverse province della sicilia che hanno partecipato al progetto culturale e proprio alla luce del loro elaborato , svolto con creatività e originalità, sono stati prescelti per vivere la “politica del bene comune, della cooperazione e della condivisione”. A tutti i vincitori una targa, un attestato con il loro dell’assessorato regionale pubblica istruzione e formazione e logo del parlamento della legalità internazionale oltre il libro “Peccatori Si, corrotti Mai” curato da Nicolo’ Mannino e Salvatore Sardisco, e la medaglia della “vittoria” avvolta dal tricolore.

Recensione di: Proibito Volerti di Tiziana Cazziero

Tag

PROIBITO VOLERTI BEN E CASSANDRA COVER

Dopo aver letto con grande entusiasmo la storia di Ben e Cassandra nel primo romanzo dal titolo Proibito amarti, non potevo certo farmi mancare il seguito di questa storia.

Come per il primo volume anche adesso i protagonisti sono stati capaci di avvolgermi nella loro storia.

Lei, è una scirttice che, tra il primo e il secondo volume raggiunge l’apice del successo, lui, Ben, giovane, con dei segreti (che non vi dirò), è il suo editore. Tra di loro non c’è solo un rapporto di lavoro ma anche d’amore, una storia complessa che vive lo scotto della grande differenza d’età tra i due amati. Cassandra ha quarant’anni anni, lui nemmeno trenta e, se pensate che questo sia lo scoglio insormontabile non conoscete l’autrice.

I problemi per la coppia sono ben altri e tanti misteri segneranno le loro vite.

Dopo il primo capitolo della serie, la necessità di conoscere il destino dei protagonisti era tanta e l’autrice ci ha accontentato.

Questa volta troviamo i due un anno dopo con dei nodi ancora da sciogliere. In questo nuovo libro accanto ai protagonisti conosciamo anche le loro famiglie d’origine, cosa che ci permette quindi anche di capire meglio certe dinamiche e certe ritrosie, soprattutto di Cassandra.

Superato il problema “differenza d’età” ecco che alti segreti scompigliano la vita degli amanti.

Un romanzo non solo rosa ma con molta suspance che vi terrà incollati alla pagine.

Mio consiglio: Lettege prima Proibito amarti così da conoscere meglio i personaggi e poi fiondatevi su Proibito volerti.

Buona lettura

Sacrifice: Un amore sporco di Maura Grignolo

maura

E’ uscito da pochissimo il nuovo romanzo di Maura Grignolo dal titolo Sacrifice: Un amore sporco.

Ecco qualche dettaglio

Sinossi: Noi siamo sempre stati una bugia.
Un uomo soffocato dal peso delle sue colpe e dei suoi demoni, questo è Blake Cress.
Questo sono io.
Il buio mi ha chiamato a sé molto tempo fa. Ha reclamato il mio cuore, la mia anima. Ogni frammento della mia vita che ancora osava brillare di luce. Mi sono inabissato tra le sue braccia, lasciando che mi cullasse in modo da espiare i peccati che mi avevano portato a perdere tutto.
A perdere la donna che amavo più della mia stessa vita.
Frammento.
Sono solo questo ormai.
Un fantasma che vaga in questa casa, vuota, con l’eco di quello che una volta vi abitava. Io, il mio sorriso. La mia famiglia.
Stanze prive di vita in cui aleggia solo il suono delle mie lacrime, intrappolate come me.
Le sento ancora, le sue urla mentre, agonizzante, la guardavo morire. Il calore del fuoco che divampava in me e che ha ucciso per sempre il vecchio Blake. Ogni giorno sento ancora la mia stessa volontà messa in ginocchio e il mondo morire per sempre.
Una punizione per qualcosa che non avevo fatto.
Tutto per punire lui. L’uomo più importante della mia vita. Mio fratello.
Stanco, vivo in questa prigione che mi sono costruito attorno per proteggermi dal mondo.
Fino al suo arrivo.
Evelyn.
Il mio punto di non ritorno.
Ma come posso cambiare quello che ho fatto?
Una fottuta scelta sbagliata ha mandato all’inferno troppe vite.
Rapita, torturata, tutto per proteggere quell’uomo che non mi ha mai dimostrato un solo briciolo d’amore.
Mi odio, ma soprattutto la amo.
Le nostre strade non avrebbero mai dovuto incrociarsi. Se lei non avesse scattato quelle foto…
Lei è il bene, io il fuoco che rende perenne l’inferno. Non posso farmi conoscere, non voglio che veda chi si cela dietro questo volto abominevole.
Non posso donarmi di nuovo a qualcuno. E non intendevo farlo.
Ma il suo tocco brucia più della benzina.
Il suo sorriso mi scava dentro ferite che di doloroso non hanno niente.
Lei, che non ricorda chi sono davvero. Non vede in me il male che le ho fatto per colpa di un amore malato.
Perché sei dovuta arrivare?
Non devo desiderarla, lo so bene.
La mia voglia di lei è pericolosa. Io non posso dare niente a nessuno. Ho amato un tempo. Ho amato davvero. Ma ormai sono buio e disperazione.
Sono marchiato dal male.
Lei mi confonde. Ogni suo gesto mi fa desiderare di essere ancora l’uomo che ero. Ma quel giorno ha disintegrato tutto ciò che consideravo vita, luce, importanza. Ha preso il mio cuore e lo ha bruciato, lasciandomi inerme a chiedere una fine che non mi è stata concessa.
Lei, che mi maneggia con cura per paura che possa rompermi, non sa che giorno dopo giorno si sta lentamente innamorando dell’uomo, del mostro, che le ha rovinato la vita.
Devo dirle addio, per proteggerla dalla furia di un uomo che non sa cosa sia la pietà.
Ma proprio non ce la faccio.
La amo.
Lei è tutto ciò desidero. La fiamma pura e bellissima che potrebbe concedermi una nuova possibilità di essere felice.
Ho abbracciato il buio tanto tempo fa. Ma poi è arrivata lei, facendomi desiderare di vivere.
Io le appartengo.
Sono parte di quel cuore a cui ho fatto del male. Sono parte di quella ragazza che non mi fa sentire un’ombra che si nasconde.
Ma il nostro amore è nato nel peccato, nella menzogna. Nell’odio e nel male. Non può esserci redenzione per me. Non può esserci lieto fine per noi.
Non ci sarà.
Siamo condannati a distruggerci l’uno con l’altro.
Lui non ci lascerà mai andare. La odia. La vuole morta. Solo allora il suo segreto sarà al sicuro.
E io farò di tutto per proteggere quella ragazza, anche a costo della mia vita.
Del sangue sarà versato. Nel male noi tutti affogheremo.
Il nostro amore è letale come il fuoco, appassionato, selvaggio, disperato.
Il nostro amore sarà la sua condanna.
Il male mi scorre dentro.
Sono un angelo caduto nato all’inferno.
E dall’inferno non uscirò mai.
Pagine: 519

Genere: Erotic Romance Auto conclusivo

Disponibile su Amazon

Hypnotic di Anna Loveangel

cover

Sarà disponibile da venerdì 17 maggio in nuovo romanzo di Anna Loveangel, uno Spin off di Linitless

Titolo: Hypnotic, Spin off di Limitless

Romanzo autoconclusivo che può essere letto anche non conoscendo il primo

Pag: 160

Disponibile: Amazon Kindle e KU

Formato: ebook e cartaceo

Ebook prezzo: 0,99 cent.

Cartaceo: 7,99 euro

Data pubblicazione: 17.05.2019

 

 

Trama Hypnotic

 

Estate 2019, agosto è appena cominciato. Ciro, un militare in ferie, vive la sua vita in base al sesso. È la sua unica priorità. Luglio ha fruttato tante tacche sul righello delle scappatelle. E agosto sta per cominciare alla grande. Giovanna è cresciuta al suo fianco, ma qualcosa li ha sempre tenuti a debita distanza. Forse perché lei è il suo clone al femminile e non ha mai avuto una storia d’amore. Le loro vite proseguono su due binari diversi ma paralleli, finché un giorno, in una calda mattina, la macchina di Giò si ferma a pochi metri dalla casa di Ciro. Da quel momento i binari delle loro vite si intrecceranno, innescando un meccanismo di desideri nascosti pronti a esplodere da un momento all’altro. Quarantotto ore di sesso, sono la proposta di lui che si ritrova a combattere contro una voglia indecente e fuori controllo. Lei è l’unica in grado di tenergli testa, una donna che non ha mai avuto una storia e non conosce la parola amore. La perfezione per lui che ha l’orticaria al solo pensiero di un rapporto. Giovanna accetterà? O riuscirà a rifiutare quell’uomo che ha sempre evitato per nascondere il suo più oscuro desiderio?

 

 

L’autrice

Anna Loveangel nasce a Napoli, nel cuore della città che ama e che non lascerebbe per niente al mondo. Vive con i suoi figli che sono la sua unica ragione di vita e per loro farebbe di tutto. Scrive da quando aveva quattordici anni, era una passione che ora sta trasformando in lavoro. Le passioni si tramandano e come lei anche i suoi figli già amano leggere libri e scrivere piccoli racconti. Sono loro la sua più grande soddisfazione. Anche la scrittura le dà soddisfazioni e spera un giorno di poter realizzare il proprio sogno e vedere un suo titolo in libreria.

Tutti i titoli pubblicati sono disponibili su Amazon. Di seguito l’elenco in ordine di pubblicazione.

Uno scatto che ti cambia la vita (romance autoconclusivo)

Follemente (romance autoconclusivo)

Non rinuncerei mai a te (erotic romance autoconclusivo)

Il tempo non conta (romance Serie Amore in Kilt vol 1 autoconclusivo)

Il tempo di guardare le stelle (romance Serie Amore in Kilt vol.2 autoconclusivo)

Al Primo sguardo (erotic romance Serie Ka’u Huna vol. 1)

Dallo sguardo al cuore (erotic romance Serie Ka’u huna vol.2)

Black Heart (dark romance vol.1)

Red Heart (dark romance vol.2)

Limitless (erotic romance autoconclusivo)

Hypnotic (spin off Limitless autoconclusivo)